Chi investe oggi 25.000 euro sul BTP Futura 2037 guadagnerà 500 euro in aggiunta all’1,40% di interesse medio annuo

Oggi compie esattamente 1 mese di contrattazioni l’ultimo dei BTP Futura emessi dal MEF. Un bond che in 1 mese di vita non ha mai visto quota 100, tranne che in sede di collocamento.

Pertanto, chi investe oggi 25.000 euro sul BTP Futura 2037 guadagnerà 500 euro in aggiunta all’1,40% di interesse medio annuo.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il BTP Futura 2037

Il bond (ISIN: IT0005442097) ha cedola media annua ponderata lorda all’1,40% (e 1,225% netto). Gli interessi sono divisi in 4 distinte finestre temporali del tipo step up. Il premio fedeltà è compreso tra il 2% e il 6% del capitale, pagato in due tranche (2029 e 2037) solo ai sottoscrittori della prima ora.

Sul MOT ha segnato un massimo di 99,90 centesimi il 27 aprile e il minimo è stato di 95,10 lo scorso lunedì. Stamane scambia a circa 97,70 centesimi, ossia –2,30% a un mese esatto dal debutto. A questi prezzi il rendimento netto medio annuo è dell’1,37% spalmato sui 16 anni.

Il che equivale a dire che chi investe oggi 25.000 euro sul BTP Futura 2037 guadagnerà 500 euro in aggiunta all’1,40% di interesse medio annuo. Di contro non avrebbe diritto al premio fedeltà.

Per avere un termine di paragone, consideriamo un altro titolo avente stessa durata ma cedola fissa. Il BTP marzo 2037 0,95% (ISIN: IT0005433195) ha rendimento netto pari all’1,22% e oggi scambia a mercato a circa 94,2.

Come regolarsi?

Il piccolo risparmiatore si domanda cosa fare con questo bond, ma non esiste risposta secca valida per tutti i casi. Oltretutto si tratta di un investimento di 16 anni.

Se l’investimento vuol essere solo di breve termine, il primo quadriennio del BTP Futura ‘37 è anche il più avaro in termini di rendimento. Solo lo 0,75% di cedola annua nei primi 4, a fronte di un’inflazione che ad aprile ha rialzato la testa.

Morale, su scadenze brevi forse sarebbe più allettante cercare altrove, tipo un CD se il capitale investito è anche sotto i 100mila euro. Qui al link offriamo uno spunto al riguardo.

Il discorso si rovescia diametralmente se si considerano solo gli ultimi 4 anni, quando la cedola annua è del 2%. Tuttavia, qui c’è il grande guaio: per quella data mancano ancora altri 12 anni. Quale saranno le condizioni di mercato nel futuro, quanto saranno i rendimenti e l’inflazione nel 2033?

Se, ad esempio l’ultimo quadriennio fosse iniziato il 27 aprile scorso, sicuramente le quotazioni del BTP Futura sarebbero oltre quota 100. Questi infatti sono i prezzi di mercato per titoli con simili cedole e più o meno simili durate. Ad esempio il BTP scadenza 1° dicembre 2025 e 2% di cedola scambia oggi ben sopra 108.

Dunque, ad ogni investitore la propria scelta anche in ragione dei propri obiettivi. Si pensi al caso di chi ad esempio cerca un flusso cedolare crescente e protratto nel tempo. Nel frattempo, chi investe oggi 25.000 euro sul BTP Futura 2037 guadagnerà 500 euro in aggiunta all’1,40% di interesse medio annuo.

Approfondimento

Attenzione a quest’incubo per chi ha BTP e titoli di Stato in portafoglio e 3 valide strategie su come neutralizzare i rischi connessi.

Consigliati per te