Chi assume farmaci anticoagulanti dovrebbe prestare grande attenzione a questa consumatissima verdura

La dieta mediterranea è indubbiamente una delle più complete in assoluto. Garantisce al nostro corpo tutte le sostanze nutritive e molti degli alimenti che la compongono potrebbero rivelarsi preziosi alleati per proteggerlo da alcune malattie. Purtroppo, però, anche i cibi più sani possono nascondere alcune insidie, se non li assumiamo nel modo giusto. Soprattutto se questi cibi vanno a interferire con alcuni medicinali di uso comune. Ad esempio chi assume farmaci anticoagulanti dovrebbe prestare grande attenzione a questa consumatissima verdura. Prima di scoprire qual è, una premessa. Se abbiamo dubbi in merito, rivolgiamoci sempre al medico curante. Sarà lui a dirci se possiamo mangiarla o meno e in quale quantità.

A cosa servono i farmaci anticoagulanti

Purtroppo i farmaci anticoagulanti sono tra i più diffusi. Questi medicinali vengono prescritti per rallentare la coagulazione del sangue e per evitare la formazione di trombi. Oppure per non far crescere quelli già esistenti. Dei veri e propri “salvavita” contro il rischio di infarti, ictus e trombosi.

Esistono vari tipi di farmaci anticoagulanti, ma i più utilizzati sono quelli orali di tipo cumarinico, tra cui forse il più famoso è il warfarin. E questi medicinali influiscono sull’azione della vitamina K, una delle più importanti per quanto riguarda la coagulazione del sangue.

Chi assume farmaci anticoagulanti dovrebbe prestare grande attenzione a questa consumatissima verdura

La vitamina K è contenuta principalmente nei vegetali a foglia verde. Tra questi, uno dei più ricchi è la nostra amatissima lattuga. Ed è proprio per questo motivo che consumare abitualmente lattuga potrebbe essere sconsigliato, se siamo in cura con gli anticoagulanti.

A darci il via libera per mangiarla, oppure a indicarci le giuste quantità da inserire nella dieta dovrà essere il medico.

Le proprietà nutrizionali della lattuga

Se riceviamo l’ok dallo specialista, possiamo sfruttare le incredibili proprietà nutrizionali di questa verdura disponibile tutto l’anno. La lattuga è ricca di fibre, che potrebbero rivelarsi preziose alleate dell’intestino, e in più contiene pochissime calorie. In 100 grammi di lattuga ce ne sono circa 20. Una caratteristica che la rende particolarmente indicata per le diete a basso contenuto calorico.

Ma non solo. La lattuga contiene ottime quantità di vitamina A, vitamina B9 e vitamina C. La prima è fondamentale per la salute della pelle e degli occhi. La seconda è decisamente utile all’apparato cardiocircolatorio. La terza, infine, è uno dei più potenti antiossidanti naturali e potrebbe aiutarci a combattere l’invecchiamento causato dai radicali liberi.

Consumiamola nel modo giusto e cerchiamo di mangiarla cruda. Così riusciremo a conservare intatto l’apporto vitaminico e la concentrazione di sali minerali presenti.

Approfondimento

Attenzione su usiamo farmaci antistaminici perché questo comunissimo frutto potrebbe non farli funzionare

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te