Cambiare questa semplice abitudine può aiutare a evitare una terribile tragedia

Si sa, gli adulti a volte adottano abitudini dannose. Lo fanno però ben consapevoli dei rischi. Ci sono tuttavia dei casi in cui le abitudini degli adulti possono avere orribili conseguenze sui più piccoli. Ecco come cambiare questa semplice abitudine può aiutare a evitare una terribile tragedia.

Una tragedia ancora avvolta nel mistero

Le vittime di questa abitudine sono infatti i neonati fino a un anno di età. Quello che per noi è un semplice vizio da concederci ogni tanto, per loro può rivelarsi mortale. Parliamo, infatti, di un fattore di rischio della SIDS. Questo fenomeno è anche detto sindrome della morte improvvisa del lattante. Le sue cause sono ancora in parte avvolte nel mistero.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

La sindrome colpisce, infatti, anche bambini a prima vista completamente sani. Questi neonati, infatti, muoiono nel sonno per ragioni apparentemente inspiegabili. La maggior parte delle vittime ha tra i due e i quattro mesi di età. Ma la sindrome può avvenire fino a circa un anno di vita.

Un fattore di rischio prevenibile

Se, come detto, la scienza non è ancora riuscita a spiegare del tutto la SIDS, ci sono però dei fattori di rischio. Questi includono la posizione del bambino nel sonno, il tipo di abbigliamento e il tipo di lettino utilizzato.

Tra questi spicca anche un’abitudine adottata dalle persone intorno al bambino. Parliamo, cioè, del fumo. Sono diversi studi a confermarlo.

Quello condotto da Sullivan e Barlow, e pubblicato nel 2001, individua un aumento di casi di SIDS in bambini con madri fumatrici in gravidanza. Anche passare da nessuna a una sigaretta fumata al giorno può raddoppiare il rischio. Sembra, infatti, che ci sia una correlazione tra la sindrome e la quantità di nicotina nel sistema del bambino.

Ma non solo. Anche dopo la nascita del bambino è importante non fargli respirare fumo passivo. Il U.S. Surgeon General’s Report riporta, infatti, un aumento di incidenza di SIDS nei bambini soggetti a fumo passivo.

È importante, quindi, non fumare mai in presenza del bambino né negli ambienti in cui lui passa le giornate e dorme. Cambiare questa semplice abitudine può aiutare a evitare una terribile tragedia.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te