Brutto segnale ribassista per le azioni Osai Automation System: i livelli dove tornare compratori

Dopo la pubblicazione del bilancio 2020 abbiamo assistito a un brutto segnale ribassista per le azioni Osai Automation System. Eppure i dati non sono stati così male, vista la pandemia. Forse gli investitori si sono concentrati su altri aspetti.

Il 2020 si è chiuso con ricavi per 31,94 milioni di euro, in flessione del 9,4% rispetto ai 35,26 milioni di euro realizzati l’anno precedente. Nonostante la flessione, la società è riuscita a chiudere in utile per 347mila euro, rispetto agli 1,89 milioni di euro contabilizzati l’esercizio precedente. Anche l’indebitamento netto si è ridotto.

Come mai allora il titolo ha reagito male? Probabilmente gli investitori si sono concentrati sul portafoglio ordini che si è ridotto di circa il 9% rispetto all’esercizio precedente.

Questa debolezza delle ultime settimane ha fatto si che la performance dell’ultimo mese è stato molto inferiore a quella del settore di riferimento, mentre sui tre mesi Osai Automation System ha fatto molto meglio.

Al momento non ci sono ancora abbastanza dati per poter effettuare un’analisi basata sui fondamentali ne’ ci sono analisti che coprono il titolo. Possiamo solo dire che le prospettive di crescita degli utili sono molto superiori a quelle del settore di riferimento con un +40% circa all’anno per i prossimi tre anni.

Brutto segnale ribassista per le azioni Osai Automation System: i livelli dove tornare compratori secondo l’analisi grafica

Il titolo Osai Automation System (MIL:OSA) ha chiuso la seduta del 16 aprile a quota 4,79 euro, in rialzo dello 0,42% rispetto alla seduta del giorno precedente.

La proiezione in corso è ribassista sia sul time frame giornaliero che su quello settimanale. Al momento, quindi, la discesa dovrebbe continuare fino in area 4,05/4,17 euro sul giornaliero e settimanale, rispettivamente. L’area di prezzo indicata rappresenta uno spartiacque molto importante per il titolo.

Una chiusura di time frame inferiore al livello di supporto, infatti, potrebbe aprire le porte a una continuazione del ribasso fino in area 2,3 euro. Le prossime sedute, quindi, saranno decisive per capire il futuro di Osai Automation System.

Chiaramente la tenuta del supporto accompagnata da un segnale rialzista del BottomHunter e/o dello Swing Indicator fornirebbe un’ottima opportunità di ingresso in ottica di medio/lungo periodo.

Time frame giornaliero

osai

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame settimanale

osai

 

Approfondimento

Una notizia stupefacente a sorpresa ha fatto schizzare in alto Piazza Affari e spinto un titolo a un passo dal record

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te