Bello andare all’estero, ma attenzione alle principali malattie dei viaggiatori

viaggiare

Dolcemente viaggiare, sì, viaggiare cantava Lucio Battisti e quelle parole potrebbero essere lo slogan di tanti di noi. Di chi ha voglia di andare in giro a scoprire nuove culture e luoghi. Anche se l’Italia è un Paese meraviglioso, che tutti ci invidiano e vengono a visitare, non ci frena dall’andare all’estero.

Però, per farlo, dobbiamo essere preparati su tutto. Ovvero, sapere a cosa andiamo incontro viaggiando in determinati luoghi, senza le dovute precauzioni. Va bene cogliere al volo un’offerta last minute per un aereo, però dobbiamo mettere in valigia anche il buonsenso.

Andare all’estero potrebbe essere rischioso per la nostra salute

È vero che anche in periodo di crisi si può girare il Mondo a prezzi bassi con dei trucchi. Però, di questi tempi, prendiamo tutte le precauzioni per evitare il Covid, ma magari abbassiamo la guardia per altro. Eppure, prima di andare all’estero, faremmo bene ad informarci bene. Perché il viaggio all’estero pone dei rischi per la salute dei viaggiatori.

Insomma, è bello andare all’estero, ma attenzione alle principali malattie che potremmo contrarre. E ad affermarlo è il Ministero della Salute che, sul proprio sito, dedica una sezione apposita alle principali malattie dei viaggiatori. Che sono più numerose di quelle che potremmo immaginare e che variano, ovviamente, in base alla meta prescelta e al tipo di viaggio organizzato.

Il Ministero della Salute ci mette in allerta su queste malattie

A volte basta una altitudine diversa, così come un grado differente di umidità per crearci problemi. Anche andare a dormire in alloggi low cost, senza verificarne le misure igienico-sanitarie, potrebbe crearci problemi non da poco.

Insomma, prima di pianificare un viaggio, non dovremmo solo pensare a cosa visitare, ma in che condizioni andremmo a farlo. Da questo punto di vista, ci dà una mano, come detto, il Ministero della Salute. Nel sito, infatti, sono presenti delle schede informative su potenziali malattie che il visitatore potrebbe contrarre.

Bello andare all’estero, ma attenzione alle principali malattie e a come potrebbero trasmettersi

Il sito del Ministero della Salute divide queste schede in base al tipo di trasmissione. Ad esempio, ci sono malattie a trasmissione fecale-orale. Qualche esempio? Epatite virale A, febbre tifoide, shigellosi, diarrea del viaggiatore, amebiasi, colera. Non solo.

Ci sono anche le malattie trasmesse da vettori, come determinate zanzare o mosche. Ovvero malaria, chikungunya, dengue, febbre gialla, febbre della valle del Rift, febbre da virus Zika, encefalite giapponese. Così come appartengono a questo gruppo anche infezione da virus West Nile, leishmaniosi, febbre emorragica Crimea-Congo, malattia di Lyme o borreliosi. Idem per malattia di Chagas o tripanosomiasi americana, malattia del sonno o tripanosomiasi africana.

Infine, ci sono le malattie virali emorragiche come malattia da virus Ebola, malattia da virus Marburg, malattia da Hantavirus, febbre di Lassa. Insomma, in caso di dubbio, andiamo a leggere queste schede per partire informati e, soprattutto, sicuri.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te