Basteranno questi rimedi veloci per eliminare muffa e calcare dalla doccia e far brillare naturalmente vetri, piatto e soffione

Per l’uso che ne facciamo, il bagno andrebbe sempre pulito e igienizzato. Lo sporco e i cattivi odori sono perennemente in agguato e basta la minima distrazione per lasciar loro campo libero. Quando ci occupiamo delle faccende domestiche, oltre che WC e lavello, dovremmo concentrare l’attenzione sulla doccia.

In casa è comodissima, perché occupa uno spazio minimo e permette di lavarsi rapidamente. Purtroppo, però, sporcarla è un attimo. Per fortuna basteranno questi rimedi veloci per eliminare muffa e calcare e farla splendere di nuovo.

I rimedi della nonna

Sfruttandolo praticamente ogni giorno, il box doccia potrebbe rovinarsi con facilità. Le odiose macchioline bianche che appaiono quasi automaticamente sulle parti interne non fanno bene all’estetica, né all’igiene. Per queste situazioni ci possono aiutare notevolmente i prodotti naturali.

Molti li abbiamo già in casa e l’effetto potrebbe essere paragonabile a quello di un qualsiasi detergente commerciale. Anche se potrebbero impiegare un po’ più di tempo per agire rispetto a quest’ultimo, rispettano i materiali e difficilmente li rovinano. Ecco, allora, quali ci servono e come utilizzarli correttamente.

Basteranno questi rimedi veloci per eliminare muffa e calcare dalla doccia e far brillare naturalmente vetri, piatto e soffione

Esistono diverse soluzioni economiche per pulire i vetri della doccia in modo naturale. Nel nostro caso potremmo mischiare aceto bianco e limone a un po’ d’acqua e alcol puro. Dopo aver preparato la miscela pulente, la travasiamo in uno spruzzino e la applichiamo sulla superficie macchiata. Al termine del processo facciamo arieggiare bene.

In caso avessimo a che fare con parti di cristallo, dovremmo miscelare semplicemente limone e aceto. Quindi stendiamo il mix con una spazzola a setole morbide. Nel caso resti qualche macchia anche dopo la pulizia, rimuoviamo i residui con un panno di daino o qualche foglio di giornale.

Occuparsi del piatto, invece, potrebbe risultare un po’ più complicato. Se notiamo aloni o segni gialli, potremmo applicare una miscela composta da un pugno di sale e un bicchiere abbondante di olio di trementina. Aspettiamo almeno 10 minuti prima di toglierla con una spugnetta. Questo metodo dovrebbe funzionare bene anche sulle piastrelle della doccia.

Per finire, dovremo rimettere a nuovo il nostro soffione che eroga poca acqua. Iniziamo svitandolo dalla colonna e lasciamolo in ammollo per 60 minuti in una soluzione di acqua e aceto. Intanto procuriamoci un ago e usiamolo per liberare i fori particolarmente otturati. Scaduto il tempo, potremo asciugarlo, riavvitarlo e vederlo finalmente brillare come la prima volta.

Lettura consigliata

Per pulire la vasca da bagno e sbiancarla sarebbe comoda questa pasta naturale che agisce meglio di candeggina e bicarbonato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te