Basta una semplice mela e pochissimi trucchetti per veder spuntare questa graziosa piantina che abbellirà giardini e balconi in 3 settimane

Molte volte la natura è davvero sorprendente. Non sempre ci rendiamo conto di come possano accadere alcune cose in breve tempo. In fondo, ogni primavera succede questo. In pochissimi giorni si può passare da piante in apparenza morte a esplosioni di colori e fiori incredibili.

Oggi andremo a vedere come, in tre settimane, una pianta da frutto potrà iniziare la sua vita partendo da un piccolo seme. Stiamo parlando della mela. Con una tecnica molto semplice, sarà possibile comprendere di cosa sia capace la natura, trasformando un piccolo semino in una pianta vera e propria. Certo, per poi vederla crescere e arrivare a fruttificare serviranno tempo e innesti, ma questa è un’altra storia.

Partiamo dalla selezione del frutto. Dovremo sceglierlo molto maturo. Più lo è, infatti, più è probabile che, al suo interno, si possano trovare semi pronti a germogliare. Andiamo quindi a prendere un coltello e ad aprire in due la mela, badando bene di non fare un taglio netto da parte a parte. Se facessimo così, infatti, correremmo il rischio di danneggiare i semini. Di conseguenza, dobbiamo incidere il frutto in modo che poi basterà una semplice rotazione per aprirlo in due parti uguali.

Recuperiamo i primi semi e andiamo a dividere nuovamente le due parti di mela in ulteriori due. Dobbiamo sempre stare attenti a fare un taglio che non vada a intaccare l’integrità dei semi. Una volta presi tutti i semini a disposizione, ci dobbiamo procurare un sottovuoto e una pezzuola per gli occhiali o un panno di cotone. Fodereremo bene il fondo del contenitore, inseriremo i semi e li copriremo avvolgendoli dentro di questo.

Bastano una semplice mela e pochissimi trucchetti per veder spuntare questa graziosa piantina che abbellirà giardini e balconi in 3 settimane

Poi li irroreremo di acqua con un ugello spruzzatore, volgarmente detto spruzzino. L’importante è che il panno sia umido e non bagnato. Poi richiuderemo il tappo del sottovuoto e lo esporremo in una zona illuminata per una decina di giorni.

Fondamentale che non prenda mai direttamente i raggi del sole, che potrebbero danneggiare irreparabilmente i semi. Passato il periodo indicato, apriremo l’involucro e verificheremo che gran parte di essi avranno prodotto un primo piccolo impianto radicale. A questo punto, sarà sufficiente collocarli in un vaso di 10 centimetri di diametro, con del terriccio di buona qualità, facendo un foro di circa 5 centimetri e riponendoli all’interno, con la parte della radice verso il basso.

Copriamo il tutto con la terra e nebulizziamo ancora una volta. Come per il contenitore sottovuoto, anche il vasetto dovrà essere esposto alla luce, ma senza essere direttamente colpito dai raggi solari.

Dopo circa 10 giorni, potremo vedere che il seme avrà lasciato il posto a una piantina, che ci sorprenderà crescendo davvero quotidianamente. In men che non si dica, circa 20 giorni, raggiungerà i 5 centimetri. Dopo circa 3 mesi arriverà addirittura sui 20, riempiendosi di foglie. La piantina non dovrà prendere i raggi diretti del sole fino a quando non avrà compiuto un anno di vita. A quel punto sarà pronta per essere innestata su un melo, per poi produrre, nel tempo, fiori e frutti.

Bastano una semplice mela e pochissimi trucchetti per veder nascere da un semino una piccola piantina in tre sole settimane. Un miracolo della natura che ci lascerà davvero a bocca aperta.

Lettura consigliata

Ecco come fare una perfetta talea delle rose con un radicante a sorpresa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te