Basta il diploma per i 334 posti di lavoro nel pubblico impiego presso queste 2 Regioni del Sud

Abbiamo già illustrato quali saranno i 7 lavori senza laurea più cercati nel 2022 e pagati anche fino a 4.000 euro. Restiamo sempre sulla scia dei lavori con diploma con questi 2 concorsi pubblici apparsi sulla Gazzetta Ufficiale n. 3 dell’11 gennaio.

Nello specifico si tratta di procedure di selezione distinte e separate, bandite dalla Regione Molise e dalla Regione Puglia. Sintetizziamo i relativi passaggi chiave, anticipando solo che basta il diploma per i 334 posti di lavoro nel pubblico impiego presso queste 2 Regioni del Sud.

Il concorso della Regione Molise

La regione molisana ricerca 28 unità di categoria C e D, a tempo pieno e indeterminato. Le selezioni saranno per titoli ed esami e riguardano:

  • n. 6 amministrativi contabili (di cui 4 di categoria C e 2 D) e n. 8 tecnici amministrativi (4 di categoria C e 4 di categoria D). Sono previste delle riserve di posti e i selezionati si occuperanno delle attività del centro funzionale di Protezione Civile. Solo per alcuni dei posti messi a concorso, dunque, occorre la laurea;
  • n. 4 amministrativi contabili, n. 5 informatici amministrativi e n. 5 tecnici amministrativi, da impiegare presso l’amministrazione regionale. La categoria è per tutti la C e anche in questo caso vi sono delle riserve di posti.

Le domande vanno prodotte ed inoltrate online entro il 15 febbraio. Il testo integrale degli avvisi, con annessi schemi di domande, sono reperibili sul portale istituzionale, sezione “Amministrazione Trasparente”, poi “bandi di concorso”.

I 306 posti presso la Regione Puglia

A partire dal prossimo 14 gennaio si potranno presentare le candidature relative ai 25 bandi di concorso pubblico per 306 unità. Il processo di selezione sarà per titoli ed esami e i neoassunti saranno inquadrati nella categoria C. I profili professionali ricercati riguardano:

  • l’area amministrativa, 5 bandi;
  • l’area competitività e sviluppo del sistema, 17 bandi;
  • 1 bando per l’area economico-finanziaria;
  • l’area informatica e tecnologica, 1 bando;
  • l’area legislativa, 1 bando.

Termini e modalità di inoltro delle istanze

Anche in questo caso le domande andranno prodotte ed inoltrate online entro le ore 23,59 del prossimo 12 febbraio. In questo caso la particolarità è che è stata spostata (in avanti) è la data di inizio invio delle candidature. Questo è dipeso da alcuni problemi tecnici nel funzionamento del portale “Step-One 2019”. Infatti l’estratto dell’avviso del concorso era stato già pubblicatolo in Gazzetta lo scorso 28 dicembre (G.U. n. 103).

In definitiva, dunque,  da questo venerdì ci si potrà candidare anche al concorso. Sarà sufficiente compilare, previo accesso con proprie credenziali e relativa registrazione, il modulo elettronico presente sul sistema “Step-One 2019”. Ancora, per la partecipazione al concorso ogni candidato deve possedere un indirizzo PEC personale.

Basta il diploma per i 334 posti di lavoro nel pubblico impiego presso queste 2 Regioni del Sud

A titolo di esempio, abbiamo analizzato il bando n. 13 riguardante la selezione di 25 assistenti-istruttori tecnici di policy, ambito di ruolo lavori pubblici. È prevista una riserva di posti a favori dei volontari delle FF.AA. ed è richiesto  il godimento dei diritti generali per l’accesso al pubblico impiego. Quanto al titolo di studio, occorre il diploma scientifico o di istruzione tecnica con indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” o assimilati. Oppure un qualunque diploma di maturità accompagnato da un titolo accademico attinente al profilo professionale.

La prova scritta consisterà in un test di 40 domande da rispondere in 60 minuti.

In chiusura invitiamo i Lettori interessati a prendere visione integrale del bando per tutti i dettagli del caso.

Approfondimento

Disponibili 2.818 posti di lavoro a tempo indeterminato tra Ministero dell’Economia, Interno o Cultura e Avvocatura di Stato.

Consigliati per te