Basta bollette salatissime ma per risparmiare ecco come riscaldare casa gratis eliminando umidità e muffe

Riscaldare casa costa davvero molto e trovare una soluzione diversa sarebbe veramente geniale. Le bollette, inoltre, tendono ad aumentare piuttosto che a scendere. Risparmiare spesso diventa una necessità e farlo senza acquistare costosi apparecchi è l’ideale. Allora basta bollette salatissime ma per risparmiare ecco come riscaldare casa gratis eliminando umidità e muffe.

La casa d’inverno è il rifugio perfetto per stare bene al caldo. Piuttosto che il freddo gelido di fuori, meglio stare accanto al camino acceso. C’è poi chi preferisce la stufa a pellet o i classici termosifoni. In tutti i casi pochi immaginano una casa calda e un risparmio di ben 300 euro sulla bolletta.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Ad aumentare i costi di gestione ci sono anche gli elettrodomestici. Ecco un elettrodomestico silenzioso, che incide molto sul costo dell’elettricità.

A causa dei costi di luce, acqua e gas una famiglia cerca sempre di risparmiare. Vediamo allora quali soluzioni adottare per riscaldare casa senza termosifoni o stufe.

Basta bollette salatissime ma per risparmiare ecco come riscaldare casa gratis eliminando umidità e muffe

La prima cosa, che bisognerebbe fare in una casa sprovvista di riscaldamenti, è di circoscrivere le zone di caldo. A questo scopo si possono chiudere le porte delle stanze che non si utilizzano. Il calore così si concentra in spazi più ristretti, senza disperdersi. Nelle altre stanze sarebbe meglio sistemare un tappeto che aiuta a creare calore.

La stanza, dove si vive, è meglio che abbia le pareti occupate. Una stanza spoglia è più fredda. L’ideale sarebbe una libreria, ma anche un armadio a muro, come si può trovare in una camera da letto. Ma attenzione a non ricoprire l’umidità di risalita.

Balconi e finestre

Un punto importante sono le finestre o i balconi. Se non ci sono i doppi vetri o le doppie finestre, si cerchi di isolare bene quella che c’è. Si possono eliminare eventuali spifferi con il nastro adatto a chiudere fughe d’aria. Poiché il vetro di notte diventa freddissimo, quando arriva il tramonto del sole, vanno abbassate le persiane.

Davanti alla finestra, poi, va certamente sistemata una tenda spessa, da chiudere al tramonto. Questa bloccherà il freddo creando una zona d’aria isolante. Sotto le porte vanno collocati dei salsicciotti di stoffa per fermare gli spifferi oppure dei para-spifferi.

Una fonte di calore

Se in casa non ci sono proprio fonti di calore, la soluzione potrebbe essere l’acquisto delle vecchie lampadine a incandescenza. A differenza di quelle a led o a risparmio energetico, queste trasformano il 95% dell’energia che le tocca in calore.

Anche i portacandele a cupoletta sono utili. Basta sistemare dentro 4 candele basse tipo “tea light”, che la cupoletta d’argilla diffondi un dolce tepore.

Umidità e muffe

Contro umidità e muffe bisogna far arieggiare casa per qualche minuto almeno una volta al giorno e nelle ore meno fredde. Si evita l’accumulo di umidità e la formazione di sgradite muffe. Anche le lampade di sale dell’Himalaya sono utili perché assorbono l’umidità. Con questi consigli la casa sarà un po’ più calda e si vivrà meglio.

Approfondimento

Stop a vetri appannati di finestre e balconi grazie a questo oggetto che tutti abbiamo in casa

Consigliati per te