Banca d’Italia offre 7 borse di studio da 27.000 euro a brillanti laureati desiderosi di crescere

La Banca d’Italia mette a concorso (Gazzetta Ufficiale n. 80) 7 borse di studio complessive per il perfezionamento degli studi all’estero. Esse sono così ripartite:

  • 3 borse di studio “Bonaldo Stringher”, nel campo della politica economica  ed economia politica;
  • 2 borse “Giorgio Mortara”, nel campo delle metodologie matematiche, statistiche ed economiche;
  • 2 borse di studio “Donato Menichelli”, nel campo delle interrelazioni tra crescita economica ed ordinamento giuridico.

Il bando si rivolge a neolaureati desiderosi di perfezionare gli studi presso Università estere di primaria importanza. Dovrà quindi trattarsi di candidati dediti alla ricerca e i cui studi siano affini a quelli oggetto delle borse di studio.

Le borse comportano l’obbligo di frequenza, per l’A.A. 2022-2023, di un corso di perfezionamento di durata almeno pari a 9 mesi. Il corso scelto dovrà essere affine a quello previsto dalla borsa e si potrà concorrere solo a una delle tre.

Requisiti di partecipazione

Dunque, la Banca d’Italia offre 7 borse di studio da 27.000 euro a brillanti laureati desiderosi di crescere e in possesso di questi requisiti di partecipazione. È richiesta anzitutto la cittadinanza italiana, o di altro Stato UE, o di essere in regola secondo le norme di legge in materia.

Occorre essere in possesso di laurea magistrale/specialistica conseguita dopo il 17 novembre 2019, con punteggio non inferiore a 110/110.

Infine, è richiesta un’eccellente padronanza della lingua straniera utilizzata nel corso universitario estero prescelto e per il quale s’intende concorrere.

Domanda e termini di presentazione di partecipazione

I termini per la presentazione della domanda è fissato alle ore 18.00 del 18 novembre. A tal fine andrà utilizzata solo l’applicazione disponibile sul portale istituzionale della Banca d’Italia.

L’articolo 4 del bando elenca minuziosamente tutta la documentazione da allegare, in formato pdf. In sintesi vanno inoltrati tutti i documenti attinenti agli studi, alla conoscenza (certificata) lingua straniera, le pubblicazioni e/o attività di ricerca svolte.

Tra le cause di esclusione dai concorsi abbiamo il mancato possesso dei requisiti, la presenza di documenti tra quelli richiesti oppure non conformi all’originale.

Importi delle borse di studio

Per l’A.A. di frequenza dei corsi di perfezionamento sarà erogato l’importo di 27.000 euro (al lordo dell’imposizione fiscale) suddiviso in 4 rate.

L’importo è comprensivo delle spese di viaggio e di assicurazione contro le malattie. Inoltre le tasse universitarie e quelle eventuali di soggiorno restano a carico della Banca d’Italia.

L’Istituto di via Nazionale ricorda che queste borse di studio non sono cumulabili con assegni di ricerca, altre borse di studio, dottorati di ricerca.

Banca d’Italia offre 7 borse di studio da 27.000 euro a brillanti laureati desiderosi di crescere

Le Commissioni esaminatrici terranno conto di tutta una serie di parametri. Tra essi abbiamo la coerenza tra la borsa di studio prescelta e l’argomento della tesi e/o altri lavori presentati, il cv e le esperienze del candidato.

Infine, per tutti i dettagli, i dubbi e/o casistiche particolari, si rimanda il Lettore interessato alla lettura integrale del bando di concorso.

Approfondimento

Questa banca mette a disposizione 135 borse di studio fino a un massimo di 800 euro.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te