Azioni a rischio a causa del rimbalzo del gatto morto

BEGHELLI

La prevenzione non è solo quella che si fa andando in bicicletta per prevenire le malattie cardiovascolari oppure camminando per non ingrassare. L’azienda Beghelli ha fatto dello sviluppo di dispositivi per salvaguardare le vite umane una sua bandiera. Basti pensare al famoso salvalavita, un dispositivo di telesoccorso per anziani.

Purtroppo per i suoi azionisti, però, la società non riesce a sfondare in Borsa, ma continua a scendere raggiungendo livelli che non vedeva da oltre 20 anni.

Eppure questa debolezza non è giustificata dai multipli di mercato. Qualunque sia il multiplo considerato, infatti, il titolo risulta essere sottovalutato. Ad esempio, secondo il rapporto prezzo su utili il titolo risulta essere sottovalutato di oltre il 10%. Lo scenario, poi, diventa ancora più interessante se si considerano il Price to Book ratio e il rapporto prezzo su fatturato. In entrambi i casi, infatti, le quotazioni del titolo Beghelli risultano essere sottovalutate di almeno il 50%. Da notare che il rapporto prezzo su fatturato è pari a 0,4 un valore basso in assoluto.

Secondo quando riportato sulle riviste specializzate, la valutazione che gli analisti hanno di Beghelli non è molto affidabile. Il prezzo obiettivo medio, infatti, è ottenuto considerando valutazioni molto diverse tra di loro. Ad esempio, la stima più ottimistica esprime una sottovalutazione di oltre il 900%, quella più conservativa del 50%. L’unica cosa che si può prendere per buona è che, nonostante le forti differenze, tutti gli analisti vedono un titolo sottovalutato.

Azioni a rischio a causa del rimbalzo del gatto morto: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario Beghelli (MIL:BE) ha chiuso la seduta del 26 ottobre in ribasso dello 0,16% rispetto alla seduta precedente a quota 0,31 euro.

Dopo il rialzo di medio/lungo periodo partito a inizio 2021 e culminato con una performance di oltre il 200%, le cose potrebbero mettersi nuovamente male per queste azioni a rischio a causa del rimbalzo del gatto morto.

Come si vede nel breve periodo, infatti, con la rottura di area 0,3124 euro si potrebbero essere aperte le porte per il raggiungimento del I obiettivo di prezzo in area 0,299 euro. La mancata tenuta di questo livello potrebbe aprire le porte a una continuazione del ribasso fino in area 0,264 euro (II obiettivo di prezzo). La massima estensione ribassista, invece, potrebbe andare a collocarsi in area 0,229 euro (III obiettivo di prezzo).

Solo una chiusura giornaliera superiore a 0,3206 euro potrebbe far ripartire al rialzo le quotazioni di Beghelli.

beghelli

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te