Attenzione perché questa diffusa abitudine potrebbe dare il pieno controllo del nostro smartphone agli hacker e crearci un bel po’ di guai

Nel giro di pochi anni i cellulari hanno avuto un’evoluzione e diffusione senza pari. Non servono più solo per chiamate, ma hanno le più svariate funzioni che li assimilano più a dei veri e propri piccoli pc.

Inoltre, ormai, veramente tutti ne siamo in possesso. Usiamo gli smartphone con disinvoltura e sicurezza, poiché sono una nostra consuetudine ormai consolidata.

Spesso, però, non ci rendiamo conto di commettere alcuni errori che potrebbero essere pericolosi.

Infatti, attenzione perché questa diffusa abitudine potrebbe dare il pieno controllo del nostro smartphone agli hacker e crearci un bel po’ di guai.

Ecco qual è il pericolo

Il nostro smartphone è un pezzo della nostra vita, in cui conserviamo dati riservati, conversazioni e foto.

La possibilità che qualcuno possa accedervi terrorizza. Già il solo fatto di occhi indiscreti di conoscenti che vi spiano i nostri messaggi ci porta ai ripari. Figuriamoci quanto potrebbe essere spaventoso se dovesse avervi accesso uno sconosciuto malintenzionato.

Non solo per una mera questione di privacy, ma anche perché potrebbe disporre di alcune nostre informazioni sensibili, come quelle del nostro conto.

In più, se oltre a poterne visionare il contenuto, potesse anche disporre del nostro dispositivo come più gli aggrada, sarebbe davvero un incubo.

Può sembrare fantascienza, in realtà sono rischi reali. Stiamo parlando infatti del pericolo di subire una particolare attività poco nota, la cosiddetta Bluebugging. Attraverso la stessa, il malfattore di turno sarà in grado di impossessarsi completamente del nostro telefono. Potrà comandarlo in tutte le funzioni e in più avere accesso completo alle varie informazioni. Il nostro telefono, con tutto ciò che vi abbiamo al suo interno, sarà in mano sua e le conseguenze potrebbero essere inimmaginabili.

Attenzione perché questa diffusa abitudine potrebbe dare il pieno controllo del nostro smartphone agli hacker e crearci un bel po’ di guai

Viene da chiedersi come l’hacker possa riuscire a intrufolarsi completamente nel nostro telefono, come faccia a entrarvi. Ebbene, molto spesso inconsapevolmente siamo noi a permetterglielo.

Per abitudine o distrazione, molti di noi solitamente lasciano perennemente accesso il Bluetooth, questo è un errore che potrebbe essere fatale.

È proprio questo l’ingresso sfruttato dall’attività di Bluebugging. Per evitare che ciò possa accadere dobbiamo prendere assolutamente l’abitudine dì disconnetterlo. Accendiamolo solo quando realmente ci serve.

Eviteremo così che software illeciti, utilizzati per individuare i dispositivi accesi nelle vicinanze, possano trovare il nostro e attaccarlo.

Inoltre, cerchiamo di non usare il Bluetooth in posti affollati dove l’esposizione a certi pericoli è indubbiamente maggiore. Impostiamo dei Pin complessi laddove sia possibile farlo e accertiamoci di ciò che accettiamo realmente. Anche perché, alcuni hacker potrebbero essere in grado di spiare e replicare i collegamenti che riteniamo sicuri. Nel caso quindi di un dispositivo già connesso e che ne fa nuovamente richiesta, la situazione potrebbe puzzare.

Ovviamente dipenderà anche dalla presenza di fragilità del nostro sistema o meno, ma in ogni caso meglio stare all’erta. Tanto più che, per evitare incursioni, potrebbe bastarci una semplice accortezza.

Approfondimento

Molti sottovalutano questo particolare del cellulare senza sapere che stanno correndo un forte rischio

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te