Pensiamo di pulire le tubature ma in realtà questo metodo casalingo ci farà spendere molto di più dall’idraulico

Un lavandino otturato è uno dei peggiori inconvenienti che ci possono capitare in casa. Solitamente è quello della cucina che può subire questa triste sorte, dato che tendiamo a gettare giù per lo scarico residui di alimenti, briciole, fondi di caffè, grassi e oli.

Per questo, è importantissimo seguire dei comportamenti corretti quotidianamente, e controllare che cosa finisce nelle tubature.
Ma quando notiamo che il nostro scarico comincia a rallentare, molti decidono di rivolgersi a metodi casalinghi per sturare le tubature. In questo modo, sperano di non dover chiamare un idraulico professionista e risparmiare così un bel po’ di soldi.

Ma attenzione, perché anche se la maggior parte dei metodi casalinghi possono aiutare, o sono innocui, ce ne sono alcuni che rischiano di peggiorare disastrosamente la situazione. In questo caso, l’intervento dell’idraulico diventerà indispensabile, e il conto sarà ancora più salato. Vediamo perché.

Pensiamo di pulire le tubature ma in realtà questo metodo casalingo ci farà spendere molto di più dall’idraulico

In caso di scarico lento o peggio ancora otturato, molti si rivolgono agli intrugli più strani. Se bicarbonato, aceto, e bevande gassate non funzionano, ecco che si passa alle maniere forti. È abitudine di molti gettare la soda caustica nello scarico del lavandino. Ma attenzione, questo metodo può essere pericoloso. Innanzitutto, la soda caustica è una sostanza che può nuocere anche gravemente alle mucose e alla pelle se non maneggiata con attenzione. Non solo, ma se il nostro lavandino è otturato, non ci aiuterà a risolvere la situazione, ma potrebbe peggiorarla. Con la soda caustica pensiamo di pulire le tubature ma in realtà questo metodo casalingo ci farà spendere molto di più dall’idraulico.

La soda caustica rischia di formare un tappo ancora più duro

Ma perché molti idraulici sconsigliano di usare la soda caustica per stappare un lavandino otturato? Il motivo è presto detto. È vero che la soda caustica ‘scioglie’ i residui accumulati nelle tubature, ma purtroppo questo non fa altro che ricompattarli ancora di più qualche centimetro più avanti. In questo modo si crea un deposito ancora più duro e compatto, fatto di sporcizia mezza sciolta e poi incrostata nuovamente. Un risultato disgustoso e che certamente non ci aiuterà a liberare le tubature.

Cosa fare per aiutare davvero le tubature

Se il lavandino è completamente tappato, non c’è altro da fare che chiamare un idraulico professionista. Ma sta a noi fare il mantenimento. Non gettiamo residui di cibo o grasso nello scarico. In particolare, ce n’è uno che rischia di bloccare le tubature. Attenzione, perché questo alimento insospettabile è il primo colpevole dei lavandini intasati.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te