Attenzione ad insonnia, tristezza e difficoltà di concentrazione perché potrebbero essere un campanello d’allarme di questo disturbo

Essere preoccupati o sentirsi in ansia per situazioni o eventi stressanti è assolutamente fisiologico. Siamo esseri umani e, come tali, proviamo le più svariate emozioni a seconda del contesto in cui ci troviamo. La paura è un’emozione istintiva, tanto che la provano anche gli animali. Ma quando queste emozioni sfuggono al nostro controllo e diventano croniche, potrebbero nascondere un problema più serio.

Lo stress è un’altra cosa

Lo stress, come accennato, è una reazione fisiologica a determinate situazioni, che ci spinge a superare le difficoltà e a migliorarci. Si può dire che, per certi versi, sia anche qualcosa di positivo. Non è raro, che uno stato di stress prolungato possa causare altri problemi, come mal di testa o disturbi allo stomaco. Secondo alcuni studi, inoltre, lo stress potrebbe influire negativamente anche su patologie e malattie preesistenti. Col tempo, si sono trovati e studiati svariati rimedi naturali per ridurre lo stress quotidiano. Bisogna però saper distinguere lo stress da un disturbo più grave: il disturbo d’ansia generalizzato.

Attenzione ad insonnia, tristezza e difficoltà di concentrazione perché potrebbero essere un campanello d’allarme di questo disturbo

L’ansia e la preoccupazione, se ricorrenti e ingiustificate, potrebbero essere sintomo del disturbo d’ansia generalizzato. Chi soffre di questo disturbo, non riesce a distogliere il pensiero da tensioni e preoccupazioni che, inevitabilmente, rendono difficili anche le attività quotidiane più semplici. L’ansia costante potrebbe causare anche insonnia e scarsa concentrazione, senza contare la possibile comparsa di sintomi fisici quali senso perenne di stanchezza, nodo alla gola, mal di testa o mancanza di fiato. Se non adeguatamente curato, il disturbo d’ansia generalizzato potrebbe sfociare o accompagnarsi alla depressione. I disturbi d’ansia e di depressione potrebbero dipendere da una predisposizione genetica o insorgere a causa di periodi prolungati di stress. Fortunatamente, grazie a una combinazione di psicoterapia e trattamenti farmacologici, è possibile uscire dal tunnel dei disturbi dell’umore. È importante, tuttavia, saper riconoscere e monitorare i sintomi.

Sintomi

Attenzione ad insonnia, tristezza e difficoltà di concentrazione: se si notano apatia, preoccupazione perenne, insonnia o tristezza costante in una persona cara o se ci si riconosce personalmente in questi sintomi, potrebbe essere utile rivolgersi al proprio medico, che valuterà la consulenza di uno specialista psichiatra, in grado di diagnosticare e trattare questa patologia. È stato dimostrato che anche allenare corpo e mente è utile contro ansia e depressione. Non bisogna perdersi d’animo o vergognarsi, in quanto ansia e depressione sono disturbi molto frequenti e, con il sostegno di medici e psicoterapeuti, è possibile riprendere in mano la propria vita e tornare a stare bene.

Approfondimento

Cosa fare secondo gli esperti contro un’ansia patologica, una preoccupazione costante e attacchi di panico che trasformano la vita in un inferno

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te