Altro che borotalco e bicarbonato, per togliere certe macchie ostinate dai tessuti ecco 3 trucchi della nonna

Gestire la vita domestica significa riuscire a organizzare tutti i piccoli e grandi lavori che dovremmo svolgere con un determinato criterio. Infatti, esistono attività che dovremmo fare quotidianamente, altre settimanalmente o più raramente.

Niente è lasciato al caso e tutto dovrebbe essere stabilito prima, per non entrare in confusione. Basta poco per impazzire, anche qualche imprevisto può farci perdere del tempo in più.

Probabilmente l’elettrodomestico che più utilizziamo in casa è la lavatrice, sia in estate che in inverno. Perché si sa, riuscire a non macchiare i nostri indumenti, o altri tessuti, è un’impresa praticamente impossibile.

Se riuscissimo ad eliminare alcuni aloni, forse riusciremmo ad attivare meno la lavatrice e magari risparmiare qualcosina. Non tutte le macchie sono uguali però, ogni tipo di cibo o sostanza presuppone un trattamento diverso.

Certo potremmo acquistare prodotti specifici, sgrassatori, detersivi ma, per inquinare un po’ meno e risparmiare di più, potremmo ricorrere ad alcuni metodi casalinghi.

Altro che borotalco e bicarbonato, per togliere certe macchie ostinate dai tessuti ecco 3 trucchi della nonna

Inizialmente, quando ci macchiamo, qualsiasi sia la causa, sarebbe utile intervenire quanto prima e mai con acqua calda, che potrebbe fissare maggiormente la macchia. Dovremmo prima tamponare ed eliminare i liquidi in eccesso con un tovagliolo pulito, ma anche con della mollica di pane, senza strofinare.

Molto spesso, se si tratta di macchie grasse, come olio e burro, spargiamo sull’alone il borotalco, per molte ore, per poi lavare tutto in lavatrice. Mentre per gli aloni di sudore, ruggine o vino bisognerebbe usare una crema creata con acqua e bicarbonato, da strofinare sul tessuto, per poi lavarla.

I rimedi, però, non sono solo questi, infatti altro che borotalco e bicarbonato, per togliere certe macchie ostinate dai tessuti ecco 3 trucchi della nonna.

Un grande alleato del pulito è il sale grosso. Infatti, questo ingrediente potrebbe assorbire alla perfezione diversi tipi di macchie (ad esempio di olio o di il vino) anche dalle classiche tovaglie di cotone. Servirà coprire la macchia con il sale e poi spremere poche gocce di limone prima di metterla in lavatrice. Se il tessuto è più delicato, evitiamo di spremere il limone.

Latte e dentifricio

Dalla cucina potremo prendere il latte, quello che beviamo a colazione, per contrastare le temute macchie di erba. Potremmo metterlo in una bacinella insieme a dell’acqua e immergere il capo macchiato, per circa 10 ore se è molto sporca. Se si tratta di piccole macchie, invece, potremo diminuire notevolmente i tempi.

Un altro elemento utile a trattare alcune macchie, come quelle di bruciato o erba, potrebbe essere il dentifricio. Facciamo attenzione a utilizzare solo quello bianco, dall’azione sbiancante, mettiamone un poco sulla parte interessata e con uno spazzolino vecchio trattiamo la macchia, prima di lavare. Facciamo attenzione al tipo di tessuto, perché potrebbe sbiancare o sbiadire i colori scuri.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te