Oltre che bicarbonato e aceto, per pulire il piano a induzione incrostato o bruciato ed evitare aloni basta un solo prodotto efficacissimo

Pulire i fornelli è sempre un’impresa ardua, infatti eliminare le macchie di sugo, le bruciature e il grasso ostinato non è per nulla facile.

Se pulire gli spargifiamma era un gesto noioso e complicato, sgrassare i nuovi piani ad induzione in vetroceramica lo è altrettanto.

Questi nuovi piani ad induzione infatti presentano diverse difficoltà. In primis, la delicatezza delle superfici che potrebbero graffiarsi con facilità o addirittura rompersi.

In più, spesso queste superfici, anche dopo essere state accuratamente sgrassate e pulite, tendono a rimanere opache o a presentare degli antiestetici aloni.

Oltre che bicarbonato e aceto, per pulire il piano a induzione incrostato o bruciato ed evitare aloni basta un solo prodotto efficacissimo

Numerosi sono i prodotti da poter utilizzare, molti infatti ricorrono all’uso di sostanze naturali come l’aceto o il bicarbonato. Tuttavia, queste sostanze, pur essendo naturali ed ecofriedly, potrebbero non essere del tutto efficaci. Ma soprattutto potrebbero non essere perfettamente idonee per la pulizia del piano cottura. Il bicarbonato, ad esempio, con i suoi microgranuli potrebbe graffiare la superficie.

A tal proposito arriva in nostro soccorso un prodotto che tutti abbiamo in casa: il comune detergente per i piatti. Un prodotto appositamente formulato dall’azione fortemente sgrassante. In più, data la sua composizione, il prodotto è in grado di non lasciare aloni neppure a faccende finite.

Un forte rimedio sgrassante

Il detergente per piatti sarà ideale per sgrassare, scrostare ed eliminare le bruciature. Basterà cospargerne qualche goccia sulla spugnetta dal lato morbido ed effettuare dei movimenti circolari su tutta la superficie. Insistere con una leggera pressione sui punti più incrostati e poi sciacquare con l’aiuto di un panno in microfibra pulito. Se necessario ripetere interamente l’operazione.

Il risultato sarà un piano cottura ad induzione brillante, privo di antiestetiche macchie e aloni.

Un consiglio per evitare forti incrostazioni: meglio pulire il piano cottura giornalmente dopo ogni utilizzo. Per la pulizia del piano sarebbe preferibile utilizzare dell’acqua distillata, priva di ogni sedimento minerale, evitando depositi di calcare.

Rimedi alternativi

Un altro metodo molto efficace sembrerebbe il sapone di Marsiglia. Questo prodotto infatti avrebbe un’azione sgrassante importante; inoltre è anche naturalmente profumato. Basterà strofinarlo leggermente sul piano a induzione leggermente umido e con l’aiuto di un panno umido portare via i residui di sporco e di sapone.

L’alternativa sarebbe quella di procurarsi dei detergenti appositamente formulati.

Dunque, oltre che bicarbonato e aceto, per pulire il piano a induzione incrostato o bruciato ed evitare gli aloni basterà solo questo prodotto efficacissimo.

Lettura consigliata

Non solo bicarbonato e aceto per sbiancare velocemente le fughe annerite delle piastrelle di bagno e pavimenti basta un solo prodotto super economico

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te