Aiuterebbe a vincere stress fisico e mentale mantenendo la memoria attiva questo piatto semplice e ricco di un nutriente che abbasserebbe il colesterolo

Tutti i nutrienti sono indispensabili per mantenere in salute il nostro organismo. Anche in particolari momenti della nostra vita, quando siamo stressati dai ritmi incalzanti e frenetici e il corpo e la mente potrebbero perdere colpi. Proprio in questi casi è importante avere un’alimentazione regolare e ricca di vitamine e minerali, per riprendere le giuste energie.

Per contrastare stati d’animo che potrebbero portarci a depressione, esiste un nutriente che sembrerebbe essere d’aiuto, ovvero la vitamina B7. Visto che non si tratta propriamente di una vitamina, sarebbe più corretto chiamarla inositolo. È una sostanza idrosolubile ed è quindi necessario introdurla giornalmente nell’organismo attraverso il consumo di determinati cibi. Dato che stimolerebbe la creazione di lecitina, utile alle arterie, potrebbe avere effetti positivi sul colesterolo “cattivo”, riducendone i livelli nel sangue.

Oltre a tenere attiva la memoria, aiuterebbe a vincere stress fisico e mentale, anche per questo l’inositolo è un nutriente fondamentale per l’organismo.

Aiuterebbe a vincere stress fisico e mentale mantenendo la memoria attiva questo piatto semplice e ricco di un nutriente che abbasserebbe il colesterolo

Il fabbisogno giornaliero di questa sostanza è di 500 mg al giorno circa, anche se non è così diffusa la carenza, è importante assumere i giusti alimenti e integrarli nella nostra dieta. Qualora dovesse accadere potremo avere dei problemi legati alla pelle o anche ipoglicemia.

Mentre è ancora più raro che si verifichi un eccesso, visto che espelliamo l’inositolo attraverso le urine. Qualora dovesse capitare, però, potremmo avere sintomi come inappetenza, difficoltà a digerire, sudorazione e salivazione in abbondanza.

Ci sono alimenti che hanno un maggiore contenuto di questo nutriente, come fegato, carne in generale, agrumi, lievito di birra, tuorlo d’uovo, noci e cereali integrali.

Una ricetta

Oltre a poter preparare una veloce spremuta con dei frutti dolci e gustosissimi, potremmo anche creare un piatto delizioso da proporre per un pranzo o una cena.

Quindi, scegliamo un cereale integrale per creare una piadina che non necessita di lievitazione, pronta in pochi minuti. Potremmo usare la farina integrale di farro, di kamut, di riso, avena, segale o un altro tipo di cereale.

Per preparare 4 piadine al farro, ad esempio, serviranno:

  • 300 g di farina di farro;
  • 150 ml di acqua potabile non troppo fredda;
  • 30 ml di olio extravergine d’oliva;
  • un pizzico di sale.

Impastiamo all’interno di una ciotola gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo, dividiamolo in 4 palline e facciamole riposare per 10 minuti.

Nel frattempo, sbattiamo un uovo per ogni piadina in un bicchiere, aggiungiamo sale e dei piccoli pezzi di noci. Cuociamo le piadine a fiamma media, dopo averle stese con un mattarello, e versiamo l’uovo sbattuto sopra, coprendo con un coperchio.

Appena cotta mettiamo la piadina “a frittata” in un piatto e arrotoliamo prima di mangiarla a morsi o tagliamola a piccole rondelle.

Lettura consigliata

È buonissima da mangiare e aiuterebbe a mantenere in salute cuore, arterie e denti e favorirebbe metabolismo questa particolare verdura primaverile antinfiammatoria

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te