Adesso bisogna seminare questo fiore perenne resistentissimo al freddo che inonderà balconi e bordure di splendide fioriture

La primavera è un periodo di risveglio dal riposo vegetativo per moltissime specie di piante diverse. Tutte sbocciano con colori e profumi indescrivibili, colorando balconi, terrazze e giardini.

Aprile è anche un mese in cui molti acquistano nuovi fiori con cui arricchire il proprio verde dentro o fuori casa. Qualcun altro, tuttavia, preferisce seminare i propri fiori, con il vantaggio di scegliere specie e colore preferiti e massimizzare la propria soddisfazione. In pochi mesi è possibile veder crescere dal seme una pianta rigogliosa, abbellita da fiori dai colori vividi.

Aprile è il mese perfetto per la semina di tulipani, gerbere, gerani, calle, frese, narcisi e dalie. Inoltre, è il periodo anche in cui procedere alla semina di un fiore romantico e dalle origini asiatiche. Si tratta dei garofani dei poeti e, prima di capire come seminarli, ecco le caratteristiche che fanno preferire questo fiore ad altri.

Un’esplosione di colori e profumi

Il garofano dei poeti sboccia con infiorescenze a mazzetto dalle tinte sgargianti. Una volta seminata e cresciuta, la pianta è in grado di auto seminarsi. Questo significa che, durante gli anni, tenderà a rilasciare naturalmente nuovi semi nel terreno, nel vaso o nelle fioriere. Da questi, cresceranno nuovi esemplari che meraviglieranno tutti per le loro fioriture.

Si tratta di una pianta biennale veramente molto resistente al freddo. Il consiglio è di porla in luoghi abbastanza illuminati, ma andrà bene anche collocarla a mezz’ombra. Seminarla è semplicissimo per chi conosce queste fondamentali informazioni.

Esattamente adesso bisogna seminare questo fiore perenne resistentissimo al freddo che inonderà balconi e bordure di splendide fioriture

È proprio dal mese di aprile che è possibile procedere alla semina del garofano dei poeti. Comunque, sarà possibile eseguirla fino al mese di luglio, sia in terreno che in vaso.

Bisogna posizionare le sementi a una distanza di circa 30 centimetri le une dalle altre, in gruppi da 7 o 10 semi. La distanza minima, comunque, non deve mai essere inferiore ai 20 centimetri.

Il terriccio dovrà essere umidificato e rimanere così fino alla germinazione. Non bisogna coprire i semi, ma solo compattarli sul terreno.

Il consiglio è di scegliere sementi giovani e fresche, di alta qualità, per garantirsi un risultato impeccabile nelle fioriture.

Un ultimo utile trucco

Alla semina è consigliabile mescolare un terriccio granulare arricchito da micorrize. Per la concimazione a terra basteranno circa 60 grammi di concime per metro quadro.

Dunque, adesso bisogna seminare questo fiore perenne resistentissimo alle intemperie e dai meravigliosi petali rosa, rossi o bianchi.

Approfondimento

Oltre a basilico e zucchine ad aprile seminiamo questo prezioso legume dell’orto che cresce in aiuole e terreni secchi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te