Addio alla puzza in lavatrice con questi 3 rimedi naturali che profumano tubi e cestello più di aceto e bicarbonato

Gli elettrodomestici in casa sono indispensabili e permettono di risparmiare tempo e fatica. Uno di questi non manca in nessuna abitazione e risolve un’infinità di problemi: parliamo della lavatrice. Il bucato sporco esce lindo e profumato dopo qualche ciclo di lavaggio e, mentre la pulizia è in atto, possiamo dedicarci ad altre faccende.

In ogni caso, se vogliamo che la nostra lavatrice funzioni sempre al 100%, dovremo ricordarci di fare manutenzione regolarmente. Muffa e calcare potrebbero ostacolarne il buon funzionamento e causare quel fetore che ci disgusta una volta aperto l’oblò.

Per dire addio alla puzza in lavatrice potremmo affidarci a qualche rimedio naturale. Con pochi passaggi e un rischio vicino allo zero la puliremo a dovere, così potremo riutilizzarla in totale tranquillità.

Ristagni e detersivo

Le cause della puzza della lavatrice sono varie. In certi casi potrebbero riguardare errori nostri. Uno su tutti scaturirebbe dall’uso sfrenato del detersivo a ogni lavaggio. Eccedendo con le dosi, rischiamo di compromettere il risciacquo e ostruire le guarnizioni.

La combinazione coi prodotti oleosi che si depositano sui vestiti favorirà il ristagno d’acqua che impregnerà i tessuti al prossimo lavaggio. Quello che otterremo sarà solamente un bucato sporco e con un cattivo odore addosso.

Addio alla puzza in lavatrice con questi 3 rimedi naturali che profumano tubi e cestello più di aceto e bicarbonato

Il modo migliore per trattare le parti interne della lavatrice è affidarsi a prodotti igienizzanti e dall’effetto disinfettante. Potremmo innanzitutto aggiungere una tazza di aceto al cassetto del detersivo dopo aver azionato un lavaggio oltre i 60 gradi. Oppure, lasciare in ammollo del bicarbonato in acqua calda e aggiungere la soluzione nella solita vaschetta, facendo partire un lavaggio senza bucato all’interno.

Se volessimo soluzioni alternative e comunque efficaci, potremmo chiedere aiuto ad altri tre rimedi formidabili. Il primo è il limone, eccezionale anche per togliere le macchie di candeggina dai capi ingialliti. Basterà diluire due tazze di succo in un po’ di acqua tiepida e aggiungere tutto nel cassetto del detersivo. Effettuiamo un primo ciclo a vuoto a temperatura elevata, poi un secondo con sola acqua calda.

Tea tree oil

Possiamo usare quest’olio essenziale in due modi: il primo consiste nell’aggiungerne qualche goccia nella vaschetta del detersivo. In alternativa, possiamo diluirne un po’ in acqua tiepida e versare la soluzione su un panno che useremo per pulire il cestello.

Olio di eucalipto

Dopo aver mischiato quest’essenza naturale all’acqua, azioniamo il lavaggio a vuoto. Per un risultato migliore, mettiamo in pausa il processo dopo qualche minuto e lasciamolo a riposo per una notte. Riazioniamo la lavatrice il mattino dopo per terminare in bellezza la pulizia.

Lettura consigliata

Le nonne confermano che togliere le macchie e la puzza di sudore dai vestiti è semplicissimo con questi 3 rimedi collaudati

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te