A poca distanza dal centro di questa città si può trascorrere con la famiglia una piacevole giornata in questo borgo incantevole con piante, animali e uccelli poco conosciuti

Visitare Roma, con i suoi monumenti ricchi di storia e le sue piazze e fontane famose in tutto il Mondo, è un’esperienza che molti ricordano con piacere o che vorrebbero fare. Roma offre a chi la visita tante attrattive, sia artistiche che culinarie, ed è una meta preferita anche per chi viaggia con la famiglia. Per un’esperienza ancora più bella il turista potrebbe recarsi nel X Municipio di Roma e visitare Castel Porziano. Questa frazione della Capitale ospita una delle tre tenute del Presidente della Repubblica Italiana. Le altre sono il Palazzo del Quirinale, sempre a Roma, e Villa Rosebery a Napoli.

Il castello e il borgo risalgono al X-XI secolo. Nel XIX secolo Castel Porziano divenne tenuta di caccia dei Savoia, ma nel 1948 fu assegnata al Presidente della Repubblica e fu effettuato un rimboschimento. Nel 1977 il presidente Leone vietò la caccia negli spazi interni e il presidente Pertini nel 1985 aggiunse 1.000 ettari alla tenuta. In seguito, la zona naturale divenne riserva statale. Per quanto riguarda il castello, nel piano nobile si possono ammirare vari arredi e oggetti legati ai Savoia, alcuni celebranti la caccia. Qui si trova anche il Padiglione delle carrozze. Vi sono quelle che portavano gli ospiti ai luoghi di caccia e altre adibite al trasporto della Sovrana e delle dame.

A poca distanza dal centro di questa città si può trascorrere con la famiglia una piacevole giornata in questo borgo incantevole con piante, animali e uccelli poco conosciuti

La riserva naturale statale di Castel Porziano, di quasi 6.000 ettari, contiene diverse specie di flora e fauna. Macchia mediterranea, boschi, acquitrini, vari animali allo stato brado, come cinghiali e daini che vivono liberi insieme ai cervi. Nella zona naturale sostano gli uccelli migratori. La riserva ospita anche i cavalli che hanno svolto il loro servizio presso i Corazzieri. Per scoprirla si può prenotare una visita e scegliere tra diversi itinerari, ad esempio:

  • percorso Malpasso: tra boschi di leccio e pino e vallate, chi sceglie questo itinerario può anche incontrare caprioli, lepri e cinghiali. Tra gli uccelli, si potrebbe scorgere il nibbio;
  • percorso Malafede: la vegetazione offre la vista di alberi come le querce e arbusti sempreverdi, tra cui poter scorgere cinghiali e daini. Non mancano rettili e anfibi nelle piscine naturali, ma anche mucche e cavalli maremmani.

Oltre a queste proposte, c’è il percorso archeologico, in cui scoprire la villa imperiale e un acquedotto romano, e quello storico-artistico. Chi lo preferisce, potrà visitare il Museo archeologico, il castello, la residenza storica, il Salone dei trofei, il giardino storico con antichi mosaici, il roseto e il Padiglione delle carrozze.

Chi abita nei pressi di Roma e non, dovrebbe recarsi in questi luoghi. A poca distanza dal centro di questa città, storia e natura incanteranno i visitatori a Castel Porziano.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te