A Parigi da Dior sfila questo vestito degli anni Sessanta che andrà super di moda

La settimana della moda di Milano si è conclusa e la Stampa italiana e internazionale vola verso una nuova meta: la Fashion Week di Parigi. E così il solito circo della moda ricomincia, ma questa volta in una città nuova. Tantissimi gli show, e questa è la prova che la moda è ripartita in presenza e ha voglia di andare avanti.

Balmain ha realizzato un mega show con maxi schermi dove il pubblico era seduto su degli spalti. E a Parigi da Dior sfila questo vestito degli anni Sessanta che andrà super di moda. Ma lo show di Christian Dior è molto di più in realtà. Il set era coloratissimo e Maria Grazia Chiuri ha chiesto all’artista Anna Paparatti di creare una specie di “gioco del nonsenso”.

La scenografia sembrava il gioco dell’oca, una spirale che gira su stessa. E su questa spirale sfilavano le modelle con i loro abiti. Un’unica strada che porta verso il futuro, ma che in contemporanea segna anche la ripresa.

Le sfilate a Parigi sono sempre piene di grandi emozioni, perché i brand riescono a mettere in scena dei quadri veramente unici. Tutto per raccontare il loro mondo e il mondo di chi indossa quel brand.

A Parigi da Dior sfila questo vestito degli anni Sessanta che andrà super di moda

L’intera collezione di Dior richiama gli anni Sessanta e questo ovviamente non è affatto casuale. Lo ha deciso Maria Grazia Chiuri, direttore creativo del brand, la quale ha messo in connessione gli anni Sessanta, decennio simbolo della rivoluzione, e il periodo che stiamo vivendo oggi. E così da quegli anni prende ad esempio il color block, i piccoli tailleur con la giacca quadrata, i tailleur con i pantaloni bermuda sotto la giacca Bar (iconica del brand, ndr) e il mini dress ad “A”. Proprio questo mini abito anni Sessanta, indossato al tempo anche da Twiggy, torna sulla passerella e torna di moda.

E in tutte le sfilate abbiamo notato un segno comune, ovvero che gli orli si sono accorciati. E come ha anche teorizzato lo studioso Desmond Morris, nella moda, durante i periodi di crisi, gli orli si allungano. Nei periodo di rivoluzione, come ad esempio gli anni Venti e gli anni Sessanta, l’orlo si accorcia diventando simbolo di ripresa economica e di cambiamento rispetto al passato. Ed ecco che dagli anni Sessanta arriva il mini abito ad “A”, una vera delizia di abito con tanta storia sulle spalle.

Approfondimento

Torna questa gonna per l’autunno e molte già la stanno indossando alla Fashion Week di Milano

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make-up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te