A gennaio sono questi i lavori da fare nel frutteto per raccogliere prodotti più maturi e succosi sulle piante

Chi coltiva frutta e verdura sa perfettamente che i mesi che precedono la primavera sono importantissimi per l’agricoltura. Nonostante il freddo insistente, piante e alberi da frutto continuano la loro crescita vegetativa e occorre dedicargli precise cure.

Non si tratta di dedicarsi a nuove piantagioni, ma alla protezione di quelle già esistenti. Mantenere in salute i frutteti è adesso più che mai fondamentale. Infatti, a gennaio sono questi i lavori da fare nel frutteto per raccogliere prodotti più maturi e succosi sulle piante più vecchie. Tra innesti, messe a dimora e potature, quest’attività non si ferma proprio mai.

Non tralasciamo la raccolta dei frutti

Anche se gennaio è di preparazione alla primavera, esistono alcune piante che producono frutti da raccogliere proprio in questo periodo. Stiamo parlando di agrumi come il cachi, che è opportuno raccogliere ora per evitare che gli uccelli possano beccarli per via della loro enorme dolcezza. E, poi, arance, mandarini e clementine.

A gennaio, inoltre, occorrerà provvedere alla potatura di alcune piante da frutto. Un’operazione da fare esclusivamente nei luoghi in cui le temperature non sono inferiori allo zero. In questi casi è preferibile evitare le potature di pomacee e, in particolar modo, dei meli. Non potare neppure ribes e lamponi, che sono fruttiferi minori e delicati.

Invece, mandorlo, pero e olivo hanno bisogno di un nostro intervento in questa fase dell’anno. E non dimentichiamo l’importanza di proteggerli dai parassiti. Per esempio, ecco come prevenire in tempo le macchie circolari sulle foglie dell’ulivo.

A gennaio sono questi i lavori da fare nel frutteto per raccogliere prodotti più maturi e succosi sulle piante

Questo mese è anche perfetto per innesti che riguardano il melo o il pero e che non bisognerebbe rimandare ai mesi successivi.

Invece, bisogna intervenire subito per proteggere alcuni alberi da frutto da infestazioni indesiderate di parassiti. Un problema frequente è pure il marciume radicale oppure la visita delle arvicole, piccoli roditori che danneggiano piante produttive di mele e di pere. Ed ecco quali soluzioni allontanano le talpe senza far loro del male, utili anche a scopo preventivo.

E, poi, occorrerà verificare la necessità di concimazioni, sistemazioni dell’impianto d’irrigazione, coperture di protezione dal freddo. A ripagare da tutto questo sforzo saranno frutti maturi e sani, di cui godere a tavola e in famiglia.

Approfondimento

Per riprodurre il melograno e i suoi frutti all’infinito non servono margotta e talea ma quest’eccezionale trucchetto.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te