A cosa si ha diritto con la legge 104

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Chi può beneficiare della legge 104 e che tipo di agevolazioni riceve? Per richiedere e ottenere i vantaggi sanitari, assistenziali e lavorativi associati alla legge 104/92 è necessario il possesso di determinati requisiti. Nel seguente articolo vi proponiamo un elenco di tutti i benefici che spettano alla persona interessata.

Cosa prevede la Legge 104

La famosa “104” non è altro che la legge n. 104 del 4 febbraio 1992. Questa norma è uno dei più importanti riferimenti legislativi riguardo l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con handicap. I principali destinatari della legge 104/92 sono le persone disabili ed i familiari o le persone che vivono con loro. Il presupposto che motiva le agevolazioni connesse alla legge 104 si fonda sull’importanza di garantire un adeguato sostegno all’autonomia e all’integrazione della persona con handicap. Sulla scorta di tali assunti fondamentali, a cosa si ha diritto con la legge 104?

La risposta all’interrogativo è connessa al grado di difficoltà che la persona con handicap possiede e ad alcuni requisiti strettamente correlati al livello di invalidità. In linea generale, possiamo dire che i diritti che conseguono la legge 104 riguardano la sfera: lavorativa, assistenziale, fiscale ed economica. Di seguito vi portiamo un elenco dei principali benefici che si riservano alla persona interessata.

Permessi retribuiti al disabile e al familiare

A cosa si ha diritto con la legge 104? In prima battuta consideriamo le agevolazioni lavorative. Il lavoratore maggiorenne disabile ha diritto ai permessi retribuiti ogni mese di 2 ore giornaliere o di 3 giorni continuativi o frazionati. Lo stesso tipo di permessi è possibile che li ottenga il familiare che assiste il disabile secondo un ordine di grado stabilito. Naturalmente, in caso di lavoro part-time o misto, il numero di permessi mensili varia. Questo tipo di permessi deve essere utilizzato per le finalità previste dalle legge e un eventuale comportamento illegittimo fa decadere il diritto o causa, in alcune situazioni, il licenziamento.

Nei casi di assistenza ad un familiare con handicap grave certificato, è possibile ottenere il diritto ad un congedo straordinario retribuito della durata massima di 2 anni nell’arco di vita lavorativa. Questo significa che il familiare assistente può assentarsi anche in maniera discontinua fino a totalizzare un tetto massimo di 2 anni. Naturalmente, tale condizione è soggetta a dei vincoli e a delle limitazioni.

Un altro diritto che spetta al lavoratore beneficiario della legge 104 riguarda la scelta della sede di lavoro. Egli ha diritto a scegliere la sede di lavoro più vicina alla propria residenza o al domicilio. Nel caso di dipendenti delle P.A. con invalidità superiore a 2/3, si acquisisce un diritto di scelta prioritaria. Al diritto di scelta consegue anche quello di rifiuto di trasferimento in altra sede in taluni casi. Un altro vantaggio riguarda il collocamento mirato che prevede la legge 68/1999.

Trattamenti economici assistenziali

Il diritto all’assegno di invalidità è un altro beneficio che spetta con la legge 104. Se la persona ha una invalidità che riduce di 2/3 la propria capacità lavorativa e presenta alcuni requisiti contributivi, può richiedere l’assegno ordinario di invalidità.

Per quanto riguarda il diritto alla pensione anticipata, è utile ricordare che i lavoratori con invalidità all’80% hanno diritto alla pensione anticipata di vecchiaia. Tutti i requisiti sono indicati qui. Nei casi di totale invalidità, si può richiedere anche l’assegno di accompagnamento, la pensione di inabilità o la pensione per invalidi civili totali.

Agevolazioni per l’acquisto di automobile o altre apparecchiature

Il disabile beneficiario della legge 104 può, inoltre, avvantaggiarsi dell’acquisto di un’automobile o veicolo specifico usufruendo di: detrazioni Irpef, Iva ridotta, esenzione dal bollo auto ed esonero dal pagamento di imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.

Per quanto riguarda le detrazioni fiscali, queste si applicano alle spese mediche e di assistenza specialistica. Inoltre, sono previste delle agevolazioni anche per le eventuali opere di abbattimento delle barriere architettoniche e per l’acquisto di alcune apparecchiature informatiche.

In base alla gravità dell’handicap, quindi, è possibile beneficare di molte delle agevolazioni in elenco. Ecco a cosa si ha diritto con la legge 104.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te