A 50 anni servono questi integratori naturali contro la stanchezza per migliorare memoria e cervello 

I ritmi lavorativi e gli impegni familiari impongono un carico di fatica e di responsabilità fin troppo elevato. Negli anni si finisce con l’accumulare tensioni e ansie che mettono a dura prova la capacità di recuperare le energie semplicemente con il riposo notturno.

Nella maggior parte dei casi neanche un periodo di ferie riesce a debellare completamente quel senso di spossatezza e di debolezza che si avverte già al mattino. Anche le alterazioni del battito cardiaco possono rivelarsi un ottimo indicatore di un eventuale sovraccarico di stress e ansia. E già alcune abitudini alimentari possono aiutare se si considera che “Ne bastano 4/5 grammi a pranzo per combattere spossatezza, tachicardia e pressione alta”.

Parimenti a 50 anni servono questi integratori naturali contro la stanchezza per migliorare memoria e cervello e contrastare il decadimento cognitivo. A danneggiare le facoltà intellettive intervengono anche i cibi grassi e la vita sedentaria che ovviamente penalizza un’adeguata ossigenazione dei tessuti e del cervello. Così come “Palpitazioni e ipertensione insieme a stanchezza e fiatone rivelano un tipico disturbo di mezz’età” che molti sottovalutano. Pertanto sarebbe opportuno non trascurare le prime avvisaglie del declino cognitivo in modo da rallentare la progressione delle malattie neurodegenerative.

A 50 anni servono questi integratori naturali contro la stanchezza per migliorare memoria e cervello

Quando la fiacca e la debolezza muscolare si presentano con costanza conviene valutare l’opportunità di assumere magnesio. Benché il magnesio sia presente in alcuni cibi quali noci, mandorle, cacao, lenticchie e cereali a volte è preferibile assumerlo in polvere per soluzione orale.

Oltre al magnesio per potenziare le prestazioni intellettive e migliorare le abilità mnemoniche sarebbe invece opportuno assumere anche altri sali e vitamine. Nello specifico fra gli integratori più efficaci si deve dare la priorità alla colina, alle vitamine del gruppo B, agli omega-3, al selenio e alla glutammina. Altrettanto validi per la funzionalità cerebrale sono l’acido glutamico, il ginko per la prevenzione dell’Alzheimer e la bacopa per l’agilità intellettiva e contro i deficit cognitivi.

Approfondimento

3 esercizi per allenare il cervello ogni giorno per 5 minuti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te