3 cose non vere sui gatti che spesso si dicono

Quanto sono belle le credenze popolari? Le storie che i genitori raccontano ai propri figli e che di volta in volta si tramandano di generazione in generazione. Sono assolutamente bellissime, ma spesso non sono vere, sono solo storie.

La tradizione orale è quel sistema di trasmissione di un patrimonio culturale solo tramite il racconto verbale, non esistono libri. Come i canti di Omero che per tantissimo tempo venivano recitati invece che letti. E oggi siamo un po’ tutti poeti orali perché raccontiamo e tramandiamo leggende e storia che sono solo nell’immaginario collettivo. Al mondo esistono moltissime storie non vere oppure informazioni come ad esempio queste 3 cose non vere sui gatti che spesso si dicono.

Il gatto cade sempre in piedi

Quasi tutti conoscono la grande agilità di un gatto, o per sentito dire oppure perché se ne possiede uno. Spesso si sente dire che i gatti cadono sempre in piedi. Questa affermazione in realtà non è proprio vera. I gatti istintivamente durante una caduta, grazie alle loro orecchie e agli occhi, riescono a girarsi atterrando sulle proprie zampe. Questa cosa è assolutamente vera ed è stata ripresa da moltissimi scienziati. I gatti però riescono a compiere un giro completo solo se il tempo della caduta glielo permette, altrimenti cadranno di schiena o in altre posizioni.

Il gatto vede in bianco e nero

La seconda delle 3 cose non vere sui gatti che spesso si dicono, riguarda la loro capacità visiva. La visione di un gatto per certi versi è simile a quella di un cane. I gatti vedono i colori, non tutti ma li vedono. Infatti i colori che distinguono bene sono blu, verde, giallo e violetto. Mentre con rosso, arancione o marrone fanno difficoltà.

Possono bere latte

Non si sa perché ma c’è l’idea che il gatto debba bere latte. In realtà non è così. Quando sono piccoli possono berlo perché in fase si sviluppo i mici producono un enzima chiamato lattasi, che assimila il latte materno. Una volta che il gatto ha superato la fase di svezzamento questo enzima andrà piano piano a sparire e quindi il gatto avrà difficoltà ad assimilare il latte.

 

Approfondimento

4 cose non vere sui cani a cui spesso si crede.

Consigliati per te