2 ortaggi resistenti al caldo da trapiantare nell’orto nel mese di luglio vicino ai pomodori anche in pieno sole

Il mese di luglio si sta avvicinando e con questo anche il periodo perfetto per cominciare a coltivare diversi ortaggi. Infatti, i mesi che vanno dalla primavera all’autunno sono ideali per occuparsi dell’orto. Una passione salutare ed economica che permetterà di risparmiare moltissimi soldi ma anche di svagarsi. In molti si sono avvicinati all’universo degli ortaggi durante i periodi di chiusura e ne hanno scoperto il fascino. Chi ha la fortuna di possedere un pezzo di terreno potrà procedere con le coltivazioni in piena terra, in caso contrario anche un vaso sarà sufficiente. Bisognerà, però, fare comunque attenzione a come procedere dal momento che ogni ortaggio avrà delle sue esigenze particolari.

Alcuni ortaggi tenderanno a crescere più velocemente degli altri e saranno perfetti per chi ha poca pazienza. Oggi si cercherà di capire quali ortaggi mettere a dimora nel mese di luglio per ottenere, in futuro, raccolti abbondanti. Tra questi una menzione d’onore la meritano i fagiolini, il sedano e il porro.

2 ortaggi resistenti al caldo da trapiantare nell’orto nel mese di luglio vicino ai pomodori anche in pieno sole

Il sedano è il primo ortaggio che potrà essere coltivato proprio a luglio. Il terriccio dovrà essere da orto ma unito a sabbia e stallatico. Sarà molto importante ricordarsi di tenere lontano questo ortaggio dalle lattughe ma anche dalle patate mentre andrà bene vicino ai pomodori. Per una buona crescita, poi, sarà bene irrigare frequentemente ma poco per evitare marciumi. Si dovrà sistemare in una zona soleggiata.

Porro

L’ultimo tra i 2 ortaggi resistenti al caldo da trapiantare nell’orto è il porro, ortaggio dal sapore molto intenso e non amato da tutti. A luglio si potrà procedere con il trapianto vicino al sedano o al pomodoro ma lontano dall’aglio e dai fagioli. L’esposizione corretta è in pieno sole. Se coltivato in vaso avrà bisogno di un buon drenaggio per limitare il rischio di marciumi radicali. Le irrigazioni dovranno essere regolari e si potrà anche concimare con prodotti azotati. Si potranno anche utilizzare i fondi di caffè da unire al compost.

Fagiolini

I fagioli e i fagiolini potranno essere seminati dal mese di aprile fino ad agosto mentre la raccolta avverrà tra luglio e settembre. Per coltivarli sia in piena terra che in vaso sarà importante fornire loro un buon terriccio. Per quanto riguarda l’esposizione ottima se soleggiata dal momento che richiedono temperature di almeno 20-25 gradi. I fagioli potranno essere nani o rampicanti, la coltivazione sarà molto simile. Durante la fase di semina per la prima categoria sarà necessario inserire nella buca fino a sei semi, nel secondo caso i semi dovranno essere almeno otto. Procedere, poi, con frequenti annaffiature ma non hanno bisogno di concimazione. Potranno essere seminati vicino agli asparagi, melanzane, meloni ma mai dopo i piselli.

Approfondimento

Ecco cosa seminare a luglio nell’orto per avere un abbondante raccolto in inverno

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te