Week end di storia, gastronomia e shopping a Bari

A Bari storia e contemporaneità convivono fianco a fianco nelle due parti, “vecchia” e “moderna”, della città. Tra arte, cultura e gastronomia andiamo alla scoperta di ciò che si può visitare e gustare durante un week end nel capoluogo pugliese, con gli Esperti di ProiezionidiBorsa.

San Nicola e le sue reliquie

La città antica ci affascina già quando la si approccia da via Venezia, anche detta “La muraglia”. Dopo pochi passi è possibile imbattersi in uno dei monumenti simbolo della città pugliese: la Basilica di San Nicola. Situata in pieno centro storico, e meta di migliaia di pellegrini, questa chiesa di stile romanico-pugliese custodisce le reliquie e la tomba del Santo Patrono. È una delle mete più gettonate della Puglia, insieme con San Giovanni Rotondo, dove si trova il santuario di Padre Pio.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Lo street food più gustoso d’Italia

Week end di storia, gastronomia e shopping a Bari. Proseguendo tra le strette vie del borgo antico, ci si immerge totalmente nella quotidianità degli abitanti della città. Ci rallegrano i panni in bella vista stesi ad asciugare alle finestre e le donne che impastano le classiche orecchiette fuori dalla porta di casa.

Nei vicoli, possiamo scegliere tra mille panifici per assaggiare la tipica focaccia barese. A proposito di gastronomia, bisogna assolutamente provare almeno un paio di piatti tradizionali. E cioè patate riso e cozze oppure orecchiette al sugo o con le cime di rapa. Fino agli esclusivi lampascioni. Questi ultimi da gustare sia lessi con olio, sale e pepe che fritti in pastella.

Per gli amanti dello street food, meglio dirigersi in Piazza Mercantile, dove mille banchetti offrono i famosi panzerotti ripieni. O le meno note sgagliozze, pezzi di polenta fritta, profumata e croccante.

Week end di storia, gastronomia e shopping a Bari

Ora ci attendono la Cattedrale di San Sabino e lo storico Castello Svevo, di epoca medievale sito appena fuori dal centro storico. Viene poi il momento di dirigersi verso la zona moderna della città, il quartiere murattiano.

Qui s’intersecano Corso Cavour, che ospita il Teatro Petruzzelli, uno dei templi dell’opera italiana. Lo shopping di moda, artigianato per la tavola e la casa, prosegue in Corso Vittorio Emanuele. Dove spiccano il Palazzo della Prefettura, il Teatro Piccinni e il Palazzo Fizzarotti in stile gotico-veneziano.

Degno di nota è anche il vicino quartiere Carrassi, con edifici in stile liberty e anni venti. In questa zona merita una visita anche la Chiesa Russa, sede dei culti ortodossi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te