Una semplice guida per compilare in modo corretto il modello CID in caso di incidente e farsi pagare dall’assicurazione

CID o CAI sono la stessa cosa, è quel modulo che l’assicurazione consegna al cliente da tenere nel cruscotto in caso di bisogno. Se ben compilato consente un pagamento più rapido dei danni subiti. Ecco allora una semplice guida per compilare in modo corretto il modello CID in caso di incidente e farsi pagare dall’assicurazione.

Quando serve il CID

Serve per accelerare il pagamento dei danni ai mezzi coinvolti. Non riguarda invece i danni alle persone. Quanto tempo fa risparmiare? La compagnia di assicurazione del responsabile ha 60 giorni da quando riceve il CID per fare un’offerta alla parte che ha subito danni. Se il CID è firmato da tutti e due i conducenti coinvolti la compagnia deve fare l’offerta entro 30 giorni. Quindi è decisamente conveniente firmarlo per veder arrivare prima i nostri soldi.

Il CID non è obbligatorio

Firmare questo modulo significa che uno dei due conducenti si prende la responsabilità per il sinistro. Quindi non c’è modo di costringerlo a firmare. Se il CID è firmato da un solo conducente varrà come dichiarazione di quella parte sulla dinamica dell’incidente. Le assicurazioni faranno poi tutti gli accertamenti.

Una semplice guida per compilare in modo corretto il modello CID in caso di incidente e farsi pagare dall’assicurazione

Nella prima pagina si indicano nome, cognome dei conducenti, targhe dei veicoli e data del sinistro.

Bisogna indicare se oltre ai veicoli si è danneggiato altro, come segnali stradali o panchine.

La compilazione della seconda pagina sui veicoli

Bisogna indicare il nome del proprietario del veicolo, non solo quello del conducente.  Nei dati relativi alla polizza bisogna scrivere il nome della compagnia, la targa e la data di decorrenza della polizza. La prima cosa che l’assicurazione guarderà è proprio la data. Nessuna compagnia paga risarcimenti se la polizza è scaduta.

Attenzione al punto in cui è avvenuto lo scontro

Questa è una indicazione molto delicata. Bisogna indicare solo il punto iniziale dell’urto perché questo fa capire chi ne è responsabile. Per esempio subisco un tamponamento e mi mandano a sbattere contro una panchina. Dovrò segnare una freccia solo sulla parte posteriore della mia auto perché l’urto è iniziato con un tamponamento. Poi sbattendo contro la panchina avrò danneggiato anche “il muso”. Questo lo devo indicare solo nella parte dedicata ai danni subiti dai due veicoli, ma non nella dinamica del sinistro.

Lo spazio per le osservazioni

Qui si possono aggiungere osservazioni aggiuntive e spiegazioni che rendano più chiaro quello che con le sole frecce non si riesce a spiegare.

Consigliati per te