Una delle carenze più comuni in Italia non è il ferro o la B12 ma quest’altra vitamina che aiuta ossa e sistema immunitario

L’attenzione alla dieta è fondamentale per mantenerci in salute. Come tutti sappiamo, è importante assumere quotidianamente alcuni nutrienti indispensabili per il nostro corpo nelle quantità adeguate, per assicurarci che il nostro organismo funzioni al meglio. A volte purtroppo possiamo avere carenza di un determinato micronutriente o vitamina. In particolare, in Italia tra le carenze più diffuse ci sono quella del ferro e della vitamina B12. La carenza di ferro è più diffusa nelle donne, e quella di B12 negli anziani. Ma attenzione, perché c’è un’altra vitamina meno conosciuta di cui purtroppo non si parla abbastanza.

Attenzione alla carenza di vitamina A

Ma di quale carenza stiano parlando? Si tratta della carenza di vitamina A. La vitamina A viene anche chiamata retinolo e con questo nome si possono indicare anche delle molecole simili. Si tratta di una vitamina liposolubile, che propriamente parlando è presente soprattutto negli alimenti di origine animale. Gli alimenti vegetali, però, contengono i carotenoidi, considerati precursori della vitamina A. La vitamina A deve essere introdotta con la dieta e purtroppo a volte possono verificarsi delle carenze. Ma quali sono i sintomi di una carenza di vitamina A? E precisamente in quali alimenti è contenuta?

Una delle carenze più comuni in Italia non è il ferro o la B12 ma quest’altra vitamina che aiuta ossa e sistema immunitario

La vitamina A è fondamentale soprattutto per la formazione e il buon funzionamento dei tessuti epiteliali, della pelle e delle mucose, oltre che dei denti. Importantissima anche per le ossa e per il rafforzamento del sistema immunitario. Una sua carenza potrebbe portare problemi alla pelle, anche gravi, e difficoltà alla vista.

Attenzione anche ai problemi alla vista, soprattutto di sera

Una delle carenze più comuni in Italia è quella di vitamina A. Tra i sintomi più distintivi di questa carenza vi sarebbero i problemi alla vista, in particolare l’impossibilità di vedere in condizioni di scarsa luminosità. Questa condizione può portare alla così detta cecità notturna o emeralopia, che si verifica quando la retina non è più abbastanza sensibile. Le persone con carenza di vitamina A di sera vedrebbero molto peggio di chi non ha carenza.

In quali alimenti è contenuta

Come già detto, la vitamina A si trova in alimenti di origine animale, soprattutto fegato, latticini e uova, ma anche in alimenti vegetali, in particolare quelli di colore rosso o arancione, come albicocche, carote o pomodori.

Attenzione però anche al problema opposto: l’eccesso di vitamina A può portare a seri problemi al fegato.

Un altro sintomo di carenze vitaminiche che molti non riconoscono è la stanchezza e l’irritabilità. Se siamo sempre nervosi o irritabili, potremmo aver bisogno di questa vitamina.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te