Un viaggio nella natura e nella cultura, lontani da masse di turisti in questa regione poco conosciuta tra mare, montagna e borghi

Si comincia finalmente a poter pensare alle vacanze. Il calo del numero dei casi, l’aumento delle vaccinazioni e l’allentamento delle restrizioni ci fanno ben sperare in questo senso. Ma in questa situazione è ancora consigliato rimanere in Italia. Ma allora dove andare? Cerchiamo magari di evitare le mete più solitamente gettonate. Trovarsi nel caos di tantissimi turisti non è proprio quello che vogliamo. Bisogna poi solitamente fare una scelta tra località di mare e di montagna. Ma se ci fosse un luogo che accomuna tutte queste caratteristiche? Ecco allora un viaggio nella natura e nella cultura lontani da masse di turisti in questa regione poco conosciuta tra mare, montagna e borghi.

Su al Nord in Friuli-Venezia Giulia

La regione di cui stiamo parlando è il Friuli-Venezia Giulia. Spesso sottovalutata come meta turistica ma solo perché non troppo conosciuta. Questa piccola regione offre attrazioni di ogni genere. Se per esempio si sceglie come base Pordenone si ha tutto a portata di mano. Questa città, infatti, dista solo mezz’ora dalle Prealpi friulane e un’ora e 15 dal parco naturale delle Dolomiti friulane. Inoltre, qui si trovano piccoli laghi bellissimi come quelli di Barcis e Santa Croce. Queste zone immerse nella natura incontaminata offrono paesaggi mozzafiato. Partiamo, quindi, per un viaggio nella natura e nella cultura, lontani da masse di turisti in questa regione poco conosciuta tra mare, montagna e borghi.

Ripartendo sempre da Pordenone a un’ora circa abbiamo il mare. Come, per esempio, il paesino di Caorle che richiama molto edifici e colori di Venezia. O la famosissima Lignano Sabbiadoro con le sue spiagge chilometriche e mille attrazioni. Se poi cerchiamo gli scogli basta muoversi verso Trieste con spiagge di acqua cristallina come quelle in Croazia. Ma non finisce certo qui.

Non si smette mai di scoprire

Girando per il Friuli ci si immerge nella natura e anche nella storia. Infatti, questa regione è ricca di borghi antichi. Soprattutto quelli medievali dove sono anche organizzate rievocazioni storiche. Infatti, per questi eventi alcuni di questi borghi fanno un salto indietro nel passato e lo faranno fare anche a noi se partecipiamo. Non bisogna poi assolutamente dimenticare la cucina. La presenza di mare, montagna, e campagna permettono di offrire una grande varietà di piatti tipici. Soprattutto poi bisogna citare la cultura del vino di questa regione, tra le prime in Italia per la qualità. Bisogna sicuramente provare il prosecco dei colli friulani. Non ci resta che organizzarci.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te