Strepitosi balconi incantati per tutto l’inverno con questa pianta unica ed elegante

Con l’arrivo dell’inverno sono davvero in tanti a pensare che nei prossimi mesi ci siano in serbo solo balconi spogli e vuoti. Certo, sebbene sia vero che con l’arrivo del freddo molte piante appassiscono o vanno in ibernazione, questo non è il caso per tutte.

Per quale motivo allora dovremmo rassegnarci a un balcone noioso, quando invece possiamo godere di un bellissimo giardino fiorito?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Esistono, infatti, alcune fantastiche piante che fioriscono verso la fine d’autunno e rimangono colorate e rigogliose durante buona parte dell’inverno. Piante uniche e sorprendenti che renderanno magico quel nostro personalissimo piccolo angolo di Eden.

In questo articolo vedremo allora come ottenere strepitosi balconi incantati per tutto l’inverno grazie a questa pianta unica ed elegante.

La Gaultheria

Vediamo allora la Gaultheria procumbens, una splendida pianta ornamentale perfetta per le aiuole grazie alle sue splendide bacche rosso vivo. Questa, appartenente alla famiglia delle Ericacee, originaria dall’Asia e dall’America si è col tempo diffusa ovunque.

Questa piantina di piccola taglia, presenta una chioma fitta composta da foglie piccole verde scuro che a partire dal settembre si colorano di rosso. A fianco alle foglie, possiamo trovare delle piccole campanule di colore bianco, rosa o lilla che danno origine a bellissime bacche di un rosso lucido.

Insomma, con dei colori così non è per nulla difficile immaginarsi lo splendore che ne deriva quando ben disposte in balcone.

Strepitosi balconi incantati per tutto l’inverno con questa pianta unica ed elegante

Per coltivare la Gaultheria dovremo tener conto di alcune sue caratteristiche: questa, infatti, ama i luoghi ombreggiati e ben arieggiati; non teme il freddo e può essere quindi coltivata in qualsiasi periodo dell’anno, sempre se mantenuta all’ombra; poi, oltre ad essere perfetta tra aiuole e giardini si sviluppa molto bene anche in vaso.

Per quanto riguarda la tipologia di terreno ne predilige uno specifico per piante acidofile, generalmente composto da un mix di sabbia e terriccio.

Necessità poi di regolari annaffiature nei mesi caldi, anche se sempre a terreno completamente asciutto. Essendo molto sensibile ai ristagni, dovremo fare molta attenzione ad evitarli nei sottovasi perché potrebbero rovinare le nostre piante.

Una volta che avremo compreso questi importantissimi aspetti della pianta potremo procedere alla semina: inizieremo proprio nel mese di ottobre, utilizzando uno strato torboso assieme a un po’ di calce e terriccio. Appena dopo la semina dovremo allora posizionarlo in una serra fresca fino alla comparsa, generalmente dopo le quattro settimane, dei giovani germogli. Una volta arrivati a questo punto potremo trapiantare le nostre piantine in singoli vasi e così tenerle per tutta la crescita.

Questa pianta, se seguita con le tecniche corrette, sarà allora una vera e propria gemma che non potrà fare altro che impreziosire il nostro balcone.

Approfondimento

Per mettere in salvo le piante di peperoncino bastano questi semplici stratagemmi furbi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te