Sono Bandiera Blu 2022 queste tre località romagnole grazie alla pulizia di spiagge, mare e qualità dei servizi offerti oltre che per divertimento e buona cucina 

Ci stiamo preparando a partire per le sospirate ferie. Ormai, il conto alla rovescia è partito da qualche settimana e la speranza è che si esaurisca il prima possibile. Del resto, siamo tutti reduci da un anno molto faticoso e la voglia di andare in vacanza è tanta.

Di solito, è questo il periodo nel quale andiamo a caccia della soluzione migliore per la nostra famiglia. Sperando, magari, di approfittare di qualche offerta particolare. C’è chi, ad esempio, preferisce la soluzione all’estero dove si possono prenotare delle mete al mare davvero economiche per risparmiare molti soldi.

Sono divise da pochi chilometri, ma unite da un’accoglienza speciale ai turisti

Però, per tanti motivi, virus compreso, in molti preferiscono cercare una località di villeggiatura italiana. Si preferisce restare nel nostro Paese, meta di pellegrinaggio, non a caso, di tanti turisti stranieri. Come si fa a rinunciare ai nostri panorami o a visitare alcuni luoghi magici e poco conosciuti ed insoliti? O alla cultura, alle bellezze naturali e, soprattutto, alla buona cucina italiana?

In Italia, trovi veramente tutto, adatto ad ogni tasca ed esigenza. Se, ad esempio, siamo alla ricerca di qualità, e vorremmo andare al mare, potremmo scegliere una delle tante località balneari premiate con la Bandiera Blu. Si tratta di un riconoscimento importante che sottolinea tre cose: pulizia delle spiagge e delle acque del mare, qualità dei servizi offerti.

Ogni anno, la Foundation for Environmental Education o FEE, assegna questo importante riconoscimento ai comuni italiani. Per questo 2022, siamo a quota 210 luoghi, a testimonianza della qualità dell’offerta italiana. E sono Bandiera Blu 2022 queste tre località romagnole che sono curiosamente divise da pochi chilometri, ma unite da una tradizione di accoglienza e qualità dei servizi famosa in tutto il mondo. Basta vedere come gli ombrelloni siano sempre pieni e non solo di italiani.

Sono Bandiera Blu 2022 queste tre località romagnole grazie alla pulizia di spiagge, mare e qualità dei servizi offerti oltre che per divertimento e buona cucina

Si tratta di Bellaria-Igea Marina, di Cesenatico e, da quest’anno, anche di San Mauro Pascoli. Sono tre esempi della tipica accoglienza romagnola, super organizzata. Le spiagge sono sempre affollate e i gestori offrono diverse forme di intrattenimento per i bagnanti. Sulla spiaggia trovi campi di calcetto, da bocce, di pallavolo, parchetti giochi per i bimbi, palestre all’aperto con attrezzi.

I bagnini, durante il giorno, ti servono fette di angurie, piade, merende. I bambini sono intrattenuti da animatori. Le acque sono sempre curate e le spiagge perfettamente pulite. Alla sera è tipico fare la passeggiata all’interno di questi paesi o fermarsi in uno dei tanti ristoranti dove si mangia benissimo. E non solo piade e cassoni, ma pesce a volontà e anche carne,

San Mauro Pascoli, per la precisione, è nell’entroterra e ospita la casa natale di Pascoli. Ha però delle frazioni, al mare, come San Mauro Mare, dalla sabbia finissima, che è attaccato a Bellaria. A proposito di grandi scrittori, a Bellaria si può visitare la Casa Rossa, che era la dimora estiva di Alfredo Panzini.

Lettura consigliata

 In questo posto speciale si mangia e beve in allegria spendendo poco e visitando in breve tempo più di 300 monumenti senza fatica

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te