Si può mangiare a Napoli passeggiando per il lungomare o in centro  spendendo poco anche senza menù fisso

A spasso per Napoli non c’è che l’imbarazzo della scelta, infatti accoglie a braccia aperte dal Vomero al lungomare, passando per il centro storico. Per esempio Via Caracciolo, Spaccanapoli, San Gregorio Armeno, Piazza del Plebiscito e Via Toledo sono luoghi conosciuti in tutto il Mondo. Nel capoluogo partenopeo infatti la strada è da visitare al pari dei musei. Per le strade si respira la vera vita di Napoli, le sue abitudini e tradizioni. Ed è qui che si possono ammirare tante cose belle e singolari e apprezzare la buona tavola napoletana.

Si può mangiare a Napoli passeggiando per il lungomare o in centro spendendo poco anche senza menù fisso

La pedonalizzata Via Toledo è una delle strade più antiche e importanti. Qui si possono ammirare palazzi storici e edifici religiosi degni di nota. Sul lungomare troviamo Via Caracciolo, tra Mergellina e Santa Lucia. Si può passeggiare ammirando il panorama sul Vomero e su Posillipo. Dall’antico porticciolo di pescatori di Mergellina oggi ci si imbarca per raggiungere le isole del Golfo di Napoli.

Poi ci sono le botteghe artigiane di San Gregorio Armeno, c’è la veracità delle 7 strade di Spaccanapoli e la grandiosità di Piazza Plebiscito. Insomma Napoli va vissuta per strada.

Non bisogna trascurare la tradizione culinaria napoletana. I piatti più famosi spaziano dal ragù alla genovese, al sartù alla frittata di pasta. La cucina di Napoli racchiude sia piatti elaborati ed aristocratici che pietanze più semplici e popolari.

In una traversa di Via Toledo ci si può fermare all’Osteria il Gobbetto. Qui la fa da padrone la cucina tipica con la parmigiana bianca di melanzane, pasta e patate e pasta cozze e pecorino. Vicino a Palazzo Reale c’è l’Osteria della Mattonella. È un piccolo locale caratteristico dove ordinare braciole, pasta col sugo alla genovese, alici e baccalà fritti. Per il pesce ci si può sedere alla Trattoria del Golfo o da Signora Bettola. Entrambi con una buona qualità di pesce e prezzi nella norma.

Street food e cuoppo

Inoltre si può mangiare a Napoli anche senza sedersi al tavolo. Sono infinite le offerte di cibo da strada, arricchito da pizza e cuoppo. La pizza a portafoglio è il modo di gustare il piatto napoletano più famoso mentre si passeggia. È una pizza di formato ridotto piegata in quattro, detta anche pizza a libretto. Si può mangiare nella storica Pizzeria Bellini, da Port’Alba, al Vomero da Porzio o vicino la Circumvesuviana da Tutino. Tutte pizze fatte secondo tradizione.

Altra delizia da passeggio è il cuoppo napoletano. Un cartoccio di delizie fritte che spaziano dalle mozzarelline alle frittate di pasta, dalle verdure ai fiori di zucca, per spiegare un pozzo di delizie da cui attingere mentre si gironzola piacevolmente. Le friggitorie sono moltissime. Tra le tante segnaliamo la storica Fiorenzano nel quartiere Pignasecca, da Di Matteo in Via dei Tribunali o alla Friggitoria Vomero.

Il palato resterà estasiato e il portafoglio non si svuoterà.

Lettura consigliata

Cosa mangiare con meno di 5 euro a Roma visitando 3 posti fuori dagli schemi e non le solite Piazza Navona e Via Condotti

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te