Semplicissimo piantare questo ortaggio tra marzo e aprile grazie al trucco per evitare gelate che farà rimanere tutti a bocca aperta

L’inizio della primavera per definizione è un periodo difficile da prevedere. Lo sanno bene i proprietari delle piante da frutto come i fichi e i ciliegi. Ogni anno temono che una notte di freddo intenso possa gelare le radici e rovinare la raccolta di tanti frutti. In alcuni casi la situazione è più semplice da risolvere.

Ad esempio, di recente ci siamo occupati di un sistema pratico per coprire con il tessuto non tessuto le superfici del nostro orto. Di certo però ogni coltivazione ha le sue necessità. Così oggi vedremo come preservare un prodotto amatissimo nelle nostre tavole. Purtroppo, ha il solo difetto di essere piuttosto delicato. Infatti, il freddo può rovinare la pianta della zucchina. Per fortuna sarà semplicissimo piantare questo ortaggio tra marzo e aprile. La soluzione è elementare, infatti come spesso accade la semplicità è una buona alleata dei risultati.

Si tratta di conservare e riutilizzare

Il rimedio è antico, se ci pensiamo. Ed è facile da reperire. Le piccole piantine di zucchine consentono questo sistema perché hanno la grandezza ideale. La finalità è quella di costituire una sorta di campana protettiva dal freddo. Bastano pochi gradi di differenza, se ci pensiamo, per salvare una pianta. Per questo i dettagli sono importanti. Anche perché ciascuna pianta potrà fornirci circa 50 zucchine.

Quindi, prendiamo le bottiglie di plastica che utilizziamo normalmente per bere l’acqua. Ritagliamole a metà, o comunque quanto sia necessario per coprire la pianta. Utilizziamo la parte con il collo della bottiglia lasciando l’apertura del tappo aperta. Oppure utilizziamo l’altro lato. In questo caso, però, buchiamone diffusamente la superficie per permettere il ricircolo dell’aria. Questo passaggio è essenziale per evitare la condensa che potrebbe decisamente nuocere alla pianta.

Semplicissimo piantare questo ortaggio tra marzo e aprile grazie al trucco per evitare gelate che farà rimanere tutti a bocca aperta

Certamente a questo trucco dovremo abbinare alcuni consigli sempre validi, anche quando avremo tolto la copertura alla pianta. Ricordiamo ad esempio che la pianta delle zucchine ha esigenze idriche piuttosto elevate. Le innaffiature potranno anche non essere frequenti, purché siano sostanziose. L’importante sarà evitare di bagnare le foglie.

La raccolta potrà iniziare già dopo circa 45 giorni dall’impianto e procederà per 3 mesi. Ciò significa che, se il nostro metodo avrà successo, avremo un lungo periodo di zucchine garantito. Attenzione però: quando sarà tempo di mangiare questi prodotti buonissimi e utili per molte ricette, ricordiamo di non conservarle in frigo per oltre 7 giorni. Il rischio sarebbe quello di vedere delle muffe altamente insalubri lungo la superficie.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te