blank

Semplici rimedi per rinnovare le maniglie in ottone delle porte ormai ossidate

Le maniglie in ottone delle porte tendono ad apparire più scure nel tempo. La loro superficie diventa opaca e presenta macchie di colore bruno. La Redazione di ProiezionidiBorsa intende mostrare ai propri Lettori dei semplici rimedi per rinnovare le maniglie in ottone delle porte ormai ossidate.

Si precisa anche che, per un lavoro più accurato e soddisfacente, è preferibile separare la maniglia dalla porta, attraverso la rimozione delle viti di assestamento. Inoltre, questi rimedi valgono per la gran parte degli oggetti in ottone presenti in casa. Come le maniglie girevoli dei rubinetti del bagno.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Alcune premesse

Quasi la totalità degli oggetti in ottone è protetta da una sottile patina, a cui bisognerà prestare attenzione durante la pulitura. Questi rimedi consentono di rimuovere l’ossidazione delle maniglie in ottone. Ma non possono fare altrettanto con il ripristino della patina.

In questi casi, il consiglio è quello di richiedere l’aiuto di personale specializzato, che provvederà a ripristinare la maniglia tramite una levigatura professionale. Se però esse presentano solo delle chiazze scure o sono opache, ecco dei semplici rimedi per rinnovare le maniglie in ottone delle porte ormai ossidate.

Un composto efficace

Consigliamo di mescolare due cucchiai di sale da cucina, due di farina e due di aceto e di aggiungere l’acqua necessaria a ottenere un pasta.

Basterà cospargere interamente la maniglia con questa soluzione e lasciare agire per qualche minuto. Il tempo dipenderà molto dal grado di ossidazione di partenza. Poi, basterà pulire il tutto con un panno leggermente umido.

Altri rimedi validi

Un altro rimedio altrettanto efficace è quello di strofinare con cura una fetta di limone bollita in aceto e qualche cucchiaino di sale. È anche possibile bagnare leggermente il limone nell’aceto e passarlo poi nel sale. In entrambi i casi, la delicatezza sarà fondamentale per non conferire troppa abrasività alla granulosità del sale.

Anche il dentifricio consente di avere ottimi risultati specie in termini di lucentezza. Basterà passare del dentifricio sulla superficie opacizzata tramite un batuffolo di cotone. Poi risciacquare il tutto e asciugare accuratamente.

Si consiglia di utilizzare del vino rosso o dell’alcool se le macchie tendono più al verde che al nero. A conclusione della pulitura dell’ossidazione, è preferibile immergere la maniglia in acqua saponata per qualche ora. In questo modo il colore apparirà lucente come in origine.

Consigliati per te