Sembra incredibile ma lo stress aumenta anche a tavola con questi alimenti quotidiani

Prima dello scoppio di questa terribile Pandemia, secondo l’OMS la malattia del secolo era lo stress. Non che adesso passi in secondo luogo, anzi data la correlazione con la situazione attuale, lo sarà ancora di più. In Italia, secondo le statistiche, quasi 2 persone su 10 soffrono di stress, mentre negli Stati Uniti, sono addirittura 4 su 10. Dati che crescono ancor di più perché stando ai dati internazionali, nel Mondo quasi il 70% della popolazione si dichiara stressata. Sembra incredibile ma lo stress aumenta anche a tavola con questi alimenti quotidiani che vediamo in questo articolo dei nostri Esperti.

Attenzione a grassi e zuccheri

Mangiare male, senza seguire una dieta equilibrata può causare l’aumento del livello di stress. È un processo naturale dovuto all’introduzione di troppi grassi nel nostro organismo. Con un numero maggiore di grassi e proteine, si alza eccessivamente il livello di glucosio. Ed elevandosi troppo lo zucchero nel sangue scattano una serie di processi infiammatori che concorrono anche all’aumento del cortisolo. Ossia proprio l’ormone dello stress. Una delle funzioni principali del cortisolo è proprio quello di tenere equilibrato il livello di zucchero nel sangue. Nel momento in cui ingurgitiamo troppi zuccheri, aumenta parallelamente la produzione di cortisolo e ci sentiamo quindi più stressati. Per questo, ancora una volta, è bene ribadire quanto sia importante una dieta equilibrata, ricca di frutta e di verdura.

Sembra incredibile ma lo stress aumenta anche a tavola con questi alimenti quotidiani

Se quindi un’alimentazione scorretta è direttamente collegata allo stress, ecco quali sono i cibi a cui dovremmo particolarmente stare attenti:

  • dolcificanti artificiali;
  • carboidrati raffinati;
  • alcol;
  • zuccheri.

Dolcificanti artificiali e zuccheri sono quindi tra i maggiori responsabili del nostro malessere generale che può sfociare addirittura nello stress. Attenzione che quindi non è solo un problema di obesità, ma di salute in generale. La scienza alimentare riconosce infatti nell’abuso di zuccheri e dolcificanti artificiali molti dei nostri mali di testa, delle variazioni del metabolismo e soprattutto di malattie cardiovascolari.

Come agisce l’alcol sullo stress

Sarà sicuramente capitato a tutti almeno una volta nella vita di annegare un dispiacere nell’alcol. E, magari con la convinzione che una bella bevuta potesse toglierci di mezzo l’ansia e la disperazione del momento. Purtroppo, invece l’alcol e gli zuccheri in esso contenuti aumentano notevolmente la pressione sanguigna, ma anche il battito cardiaco. Azioni fisiologiche che comportano l’arrivo dello stress. Così come se può sembrarci vero che una bella bevuta ci faccia addormentare, non è così. Se è vero che cadremo immediatamente in un sonno pesante, questo non sarà assolutamente né rilassante e né ristoratore. Sfasandosi sia il ciclo metabolico che quello del sonno, ci sveglieremo poi col classico alveare nella testa, a dimostrazione di quanto ci abbia fatto male introdurre alcol e zuccheri senza misura.

Approfondimento

Rigenerare cuore e cervello col miglior integratore assolutamente naturale dopo aver fatto sport

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te