Sembra banale ma molti quando raccolgono i fiori di zucca commettono errori che mettono in pericolo la produzione di ortaggi

Le zucchine e le zucche sono tra gli ortaggi più diffusi e coltivati all’interno di orti in piena terra o in vaso. Da una parte all’altra dell’Italia le zucchine sono molto alte per via della facilità della loro coltivazione.

Molto utilizzate in cucina per via della loro leggerezza, infatti le zucchine non completamente mature sono ricche di acqua.

Si tratta di un ortaggio povero di grassi, proteine e carboidrati che sono specialmente amidi.

Per quanto semplici da coltivare, le zucchine possono essere colpite da peronospora o oidio. In un precedente articolo apparso sulle pagine di ProiezionidiBorsa si era trattato di alcune accortezze nella coltivazione di questo ortaggio (consultare qui).

Oltre alle zucchine è possibile cucinare e consumare anche i fiori di questo ortaggio. Ecco perché sembra banale ma molti quando raccolgono i fiori di zucca commettono errori che mettono in pericolo la produzione di ortaggi.

Come raccogliere

Le zucchine sono piante monoiche e quando si raccolgono sarà importante tenere presente la distinzione tra fiori maschili e femminili.

Di solito per riconoscerli basterà tenere conto che i fiori che nascono direttamente dal fusto della pianta sono maschili. Al contrario, quelli che nascono all’estremità dei frutti sono quelli femminili.

Per non limitare la crescita della pianta è necessario fare attenzione a quali fiori raccogliere.

Per questo motivo non tutti i fiori di zucca o zucchina possono essere raccolti e consumati.

I fiori da raccogliere sono quelli maschili mentre quelli femminili dovranno rimanere sulla pianta per non arrestare la crescita.

Sembra banale ma molti quando raccolgono i fiori di zucca commettono errori che mettono in pericolo la produzione di ortaggi

I fiori maschili sono necessari all’impollinazione dei fiori femminili, se si rimuovono troppo presto si rischia di fermare la produzione degli ortaggi. Inoltre, non dovranno essere rimossi tutti quanti.

La raccolta dovrà avvenire nelle ore serali o tardo pomeridiane dopo un paio di giorni dalla loro apertura.
Infatti, aspettare permetterà agli insetti di compiere il lavoro di impollinazione e consentire la riproduzione della pianta.

Inoltre, i primi frutti andrebbero rimossi per permettere alla pianta un maggiore e più rapido sviluppo.

Come cucinarli

Una volta raccolti sarà necessario consumarli rapidamente perché il tempo di conservazione sarà molto limitato.

Per renderli meno amari si consiglia di staccare i pistilli che contengono il polline prima di cucinarli.

I fiori di zucca possono essere utilizzati in risotti, sformati e fritti. Secondo la ricetta classica bisogna passarli in pastella prima di friggerli, in alcuni casi aggiungendo il lievito.

Potranno anche essere consumati ripieni dopo aver aggiunto delle acciughe e mozzarella o della ricotta.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te