Se il nostro bancomat non funziona più potrebbe essere per questo motivo

In questi giorni c’è una novità nell’offerta bancaria italiana. Come molti sanno si sta completando la fusione tra due tra i principali istituti di credito italiani.

UBI Banca entrerà in Intesa SanPaolo e questa novità serba cambiamenti inaspettati per molti clienti della banca lombarda. In questa breve guida spiegheremo cosa aspettarsi da questi giorni di fusione e perché se il nostro bancomat non funziona più potrebbe essere per questo motivo. 

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il passaggio causa disagi

Se siamo clienti di UBI Banca dobbiamo sapere che nel fine settimana del 10 e 11 aprile è avvenuta la migrazione informatica dalla rete UBI a quella di Intesa Sanpaolo. Il 12 aprile la fusione è effettiva in tutto e per tutto.

In questi giorni, quindi, i 2,4 milioni di clienti della banca lombarda diventeranno parte del gruppo torinese. Come si può ben immaginare questa operazione richiedere tempo, per spostare i 2,6 milioni di conti correnti e i relativi dati sa un sistema all’altro.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Se il nostro bancomat non funziona più potrebbe essere per questo motivo

Per questo motivo nell’ultimo weekend e nei giorni iniziali della settimana sono previsti alcuni disagi. Ad esempio un malfunzionamento allo sportello bancomat e l’impossibilità di effettuare pagamenti elettronici. La banca ha avvisato i suoi clienti tramite comunicazioni, ma molte persone si sono scordate e si sono preoccupate moltissimo quando non sono riuscite ad effettuare pagamenti.

Niente paura, questi eventuali malfunzionamenti saranno risolti molto in fretta.
I bancomat UBI, infatti, continueranno a funzionare fino al 31 dicembre 2021 con stessi codici e procedure.

Niente paura, quindi, i nostri soldi sono al sicuro, non ci resta che attendere che la tecnologia completi questa impresa titanica e potremo tornare a spendere i nostri soldi come prima.

Approfondimento

In questo articolo abbiamo parlato di quanto potrebbero valere alcuni oggetti che abbiamo in casa.

Consigliati per te