Scoprire quale auto costa meno da mantenere

L’Italia conta un parco auto da far invidia al resto dell’Europa. Ogni famiglia possiede una o più autoveicoli e coloro che utilizzano i mezzi pubblici sono sempre di meno. Con l’avvento del coronavirus il settore dell’automotive ha avuto effetti devastanti. L’Automobile Club Italia e Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri hanno elaborato dei dati in particolare in modo da scopriamo quale auto costa meno da mantenere. Partiamo da un dato riferito al periodo di marzo 2021: in questo arco di tempo sono state immatricolare 171.064 auto. Non facciamo nessun paragone con il mese dell’anno precedente poiché in pieno lockdown.

I dati a confronto

Tuttavia è possibile un paragone con il 2019: le immatricolazioni sono diminuite del 12,4%.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

I nostri Esperti di ProiezionidiBorsa hanno consultato i dati Aci in modo da avere il numero esatto delle auto vendute. La risultanza è un boom di auto elettriche, tra plug-in ed ibride.

Chi sale e chi scende

Le auto a benzina vendute corrispondono a 53.072 unità con una flessione del 33,9%. Il crollo più considerevole è per le auto diesel con il 52,7% per 41.775 nuovi veicoli immatricolati. Vediamo ora quale tipo di auto ha avuto il maggior incremento.

Nel periodo preso a riferimento, le auto a metano corrispondono a 4.374 immatricolazioni, cioè il 59,2%. Le immatricolazioni auto ibride (full e mild) corrispondono a 46.246 unità per un 367,4% in più. Invece 7.732 auto ibride plug-in  immatricolate per un aumento del  1.580,0%. Il rimbalzo più evidente è per le auto completamente elettriche, che salgono del 1.083,6%, con 7.362 nuove immatricolazioni.

Scegliere l’auto

Ora arriviamo al punto più interessante dell’articolo: scoprire tra auto con motorizzazione a benzina, diesel, ibrida, ibrida ricaricabile, elettrica e futuribile idrogeno quale conviene acquistare in base ai costi da sostenere. I parametri preso a riferimento sono i seguenti: svalutazione nel tempo, IVA,  rifornimenti di carburante oppure ricariche elettriche, tasse, spesa assicurativa e manutenzione.

Scoprire quale auto costa meno da mantenere

A seguito di questa elaborazione, l’auto elettrica risulta la più conveniente perché il suo costo medio in 16 anni di vita corrisponde a 74mila euro.

Consigliati per te