Salvare fiori e piante durante il cambio di stagione evitando errori in giardino che ci fanno spendere soldi

Aumenta il freddo e bisogna avere degli accorgimenti aggiuntivi per non far morire le proprie piante in giardino e nell’appartamento di casa.

Ci sono dei consigli sempre validi come utilizzare l’acqua piovana per le piante da interno. Difatti, a differenza dell’acqua di rubinetto e di quella demineralizzata, l’acqua piovana non lascia aloni sulle foglie. Altro consiglio utile è quello di fare attenzione alle piante bulbose con fioritura primaverile.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Proprio queste giornate di metà autunno, infatti, sono il periodo ideale per consentire a tulipani, narcisi, crochi, bucaneve, muscari, fritillarie, allium, gigli, iris e anemoni nemorosi di crescere e fiorire per tempo. Ma questi sono solo alcuni dei consigli utili dell’articolo di oggi, grazie al quale i Lettori potranno salvare fiori e piante durante il cambio di stagione evitando errori in giardino che ci fanno spendere soldi.

Preservare le dalie e conservare il pothos

 Il consiglio per preservare le dalie è di recuperare i tuberi di quelle sfiorite. Prima di estrarli bisogna tagliare tutti gli steli sfioriti a circa cinquanta centimetri di altezza. Dopo una decina di giorni bisogna praticare un altro taglio, questa volta a dieci centimetri da terra.

Quindi estrarre i tuberi e liberarli dai residui di terra. Poi lasciarli asciugare all’aria per qualche giorno. Infine, riporli in una scatola, meglio se di legno, e spolverizzarli con un fungicida. Infine, i tuberi andranno coperti con della torba asciutta. Per conservarli meglio riporli in una stanza asciutta ma arieggiata, al riparo da gelate.

Pochi sanno che il pothos non sopporta la luce diretta del sole. Un’esposizione sbagliata potrebbe causare macchie simili a bruciature sulle foglie del pothos. Meglio spostare la pianta vicino a una finestra, possibilmente schermata da una tenda. Se l’estremità delle foglie è secca, la pianta sta comunicando il suo bisogno di umidità.

Nel periodo invernale i termosifoni sono accesi, quindi l’aria in casa è molto secca: meglio dunque nebulizzare la chioma del pothos, oppure mettere dell’argilla espansa nel sottovaso immersa per metà altezza in acqua. Questa, evaporando, darà alla pianta il giusto grado di umidità.

Salvare fiori e piante durante il cambio di stagione evitando errori in giardino che ci fanno spendere soldi

Passiamo agli aceri. È il momento di cambiare il vaso all’acero per dare più spazio alle radici. Il nuovo contenitore deve avere un diametro più grande di due o tre centimetri. Sul fondo, il suggerimento migliore da seguire è quello di mettere uno strato di ghiaia alto quattro o cinque centimetri. Come terriccio è ideale una miscela di torba mista a una piccola parte di lapillo vulcanico. Si tratta di due materiali leggeri, quindi adatti alla coltivazione sui terrazzi. Dopo il rinvaso, bagnare bene evitando ristagni d’acqua nel sottovaso.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te