Rose bellissime come dal fioraio a costo zero grazie a questo trucco semplicissimo che solamente gli appassionati conoscono

Non ci sono dubbi che le rose siano le regine dei giardini primaverili. Questi fiori, infatti, sono bellissimi, eleganti e spesso profumati. Nonché capaci di ornare tanto il nostro giardino quanto la nostra casa quando recisi.

Ottenere dei boccioli di rosa che siano, però, tanto belli quanto quelli comprati dal fioraio non è semplice. E richiede alcuni trucchi che solamente i più appassionati conoscono.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco perché oggi capiremo come ottenere delle rose bellissime come dal fioraio a costo zero grazie a questo trucco semplicissimo che solamente gli appassionati conoscono.

Le regine del giardino

La primavera è alle porte e con lei tutti quanti i fiori tipici di questa stagione. Tra questi, non può che spiccare la rosa, pianta perenne capace di regalare abbondanti e splendidi fiori. Tutti coloro che hanno coltivato questo fiore sanno bene, però, quanto sia delicato e difficile da gestire.

In particolare, non è per nulla facile riuscire a ottenere delle rose dai gambi lunghi e dal bocciolo grande e perfetto, come quelli che si possono comprare dal fioraio. Esistono, tuttavia, almeno due trucchi che possono aiutarci ad ottenere delle rose recise bellissime e a costo zero.

Rose bellissime come dal fioraio a costo zero grazie a questo trucco semplicissimo che solamente gli appassionati conoscono

Il primo trucco per avere delle rose perfette e dal gambo lungo è quello di seguire la pianta da inizio primavera, potandola in maniera continuativa e prestando molta attenzione. Infatti, è importante potare gli steli che stanno crescendo nella maniera più dritta possibile ed eliminare ogni possibile ramo che si sviluppi su questo stelo.

Pari attenzione va prestata ai boccioli. Per ottenere dei fiori grandi e il più belli possibile è necessario utilizzare una tecnica chiamata sbocciolatura. Andranno, cioè, eliminati tutti quanti i boccioli presenti al termine dello stelo tranne uno.

In questo modo tutto quanto il nutrimento della pianta andrà verso quell’unico bocciolo rimasto, che diventerà così il più grande e bello possibile.

Approfondimento

Come decifrare i messaggi del vostro partner tramite il linguaggio dei fiori

Consigliati per te