Ristrutturare casa a costo zero è possibile con tre semplici mosse

Ristrutturare casa a costo zero è possibile con le nuove disposizione del Superbonus al 110% contenute nel Decreto Rilancio (art. 119 n. 34/2020). Questa misura permette di migliorare la propria casa con interventi mirati di efficientamento energetico. Il Superbonus 110% consta di molti documenti e regole che se non applicate correttamente rischiano di far perdere il beneficio. Con il risultato di dover pagare di tasca propria i lavori effettuati. Tuttavia, ristrutturare casa a costo zero è possibile con tre semplici mosse.

Come ristrutturare casa e non pagare nulla?

Il Superbonus è molto richiesto. Entrato in vigore il 1° luglio 2020, terminerà il 31 dicembre 2021. Attualmente è allo studio una proroga della misura fino al 2024. Molte sono le criticità del Superbonus che scoraggiano i contribuenti che si avvicinano a questa misura unica nel suo genere.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Tuttavia, ristrutturare casa a costo zero è possibile con tre semplici mosse che permettono di avere una visione completa dell’investimento effettivo che si vuole realizzare. Esaminiamole nel dettaglio.

Le tre mosse che ti permettono di ristrutturare casa gratis

Ristrutturare casa a costo zero è possibile con tre semplici mosse che permettono di migliorare l’efficientamento energetico, e sono: team di esperti, studio di fattibilità, comunicazione dello sconto in fattura.

Prima di tutto è essenziale un team di esperti. È molto importante affidarsi a un team di professionisti esperti (commercialisti, architetti, geometri, eccetera) che possano seguire il vostro progetto dall’inizio alla fine. Il Superbonus è una misura complessa e ricca di perizie, certificazioni, asseverazioni e visti di conformità. La mancanza di una certificazione fa venir meno il beneficio. Le parcelle dei professionisti fanno parte degli oneri accessori e sono incluse nell’agevolazione al 110%. Quindi, anche il team di esperti è a costo zero.

Bisogna poi citare lo studio di fattibilità. Infatti anche lo studio di fattibilità rientra negli oneri agevolabili al 110%. Permette di verificare se gli interventi che si vogliono realizzare sono conformi alla normativa. Inoltre è importante capire se questi rispettano i tetti di spesa e permettono il doppio salto di classe energetica, vincolo indispensabile per fruire del Superbonus al 110%.

Infine la comunicazione dello sconto. Il Superbonus permette tre possibilità per godere del beneficio. Tra queste vi è anche lo sconto immediato in fattura. Per poter operare lo sconto, bisogna inviare comunicazione di opzione tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate. Prevista anche la cessione del credito a terzi con la stessa modalità e, infine, la detrazione fiscale dalle imposte in cinque anni.

Consigliati per te