Risparmiare acqua e denaro in 3 semplici passaggi quando laviamo i piatti

In quasi tutte le abitazioni, ormai, è presente una lavastoviglie. Questo efficiente elettrodomestico si occupa di una delle più noiose faccende casalinghe: lavare i piatti. La lavastoviglie di per sé, consuma già moltissima acqua. Perché consumarne altra?

L’acqua potabile non è infinita, come erroneamente si crede. Cambiando certe piccole abitudini, si può spendere meno e fare qualcosa per la salvaguardia di questa importa risorsa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco come risparmiare acqua e denaro in 3 semplici passaggi quando laviamo i piatti.

1 – Tinozza

Innanzi tutto, bisogna munirsi di una recipiente piuttosto grosso, magari uno di quelli che si tengono in lavanderia per i panni. Va messo nell’acquaio e riempito di acqua calda.

Non importa utilizzare alcun tipo di detersivo.

Ogni stoviglia sporca va messa in questa tinozza, appena si è finito di utilizzarla. Che sia una tazzina del caffè, un piatto, un bicchiere, delle posate, non cambia.

Come non fa differenza il tipo di sporcizia che si deve togliere: si tratterà comunque di residui alimentari. Immergere le stoviglie sporche in acqua, è il rimedio più efficace.

2 – Acqua della pasta

A pranzo o a cena si fa spesso la pasta. L’acqua di cottura, invece di gettarla via, va messa nella tinozza, una volta tolta la pasta. L’acqua bollente è il più efficace disincrostante che ci sia.

Non importa se è acqua di cottura.

3 – Per innaffiare le piante

Quando tutte le stoviglie sporche saranno nella tinozza, basterà sfregarle con una spugna, senza aprire l’acqua del rubinetto e poi metterle in lavastoviglie.

L’acqua che resta è ottima per annaffiare le piante. Così non ci sarà nemmeno una goccia sprecata.

É incredibile quanti litri di acqua potabile si possano risparmiare, adottando questa semplice soluzione.

Se non si possiede la lavastoviglie, niente paura. Basta prendere un altro catino e metterlo sotto al rubinetto, quando sciacquiamo le stoviglie. Così facendo, si avrà ancora più acqua per annaffiare le piante del balcone.

L’unica accortezza è quella di non usare detersivo. In sostituzione si può utilizzare del semplice aceto, sarà altrettanto efficace.

Ecco come risparmiare acqua e denaro in 3 semplici passaggi quando laviamo i piatti.

Il futuro di tutti dipende anche da certi piccoli gesti.

Consigliati per te