Riparte la corsa per consumare i 400 milioni dell’Ecobonus

Nel Decreto Agosto il Governo ha rifinanziato gli aiuti al settore dell’automotive. Da questa mattina riparte la corsa per consumare i 400 milioni dell’Ecobonus. Si tratta della misura per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1.

Rivisti alcuni requisiti

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il Governo ha rivisto qualcosa rispetto al Decreto Rilancio. Il provvedimento del Decreto Agosto ha suddiviso la fascia di emissioni C02 61-110 g/km. Le fasce in questo range sono due: tra 61-90 g/km e 91-110 g/km.

Come sono suddivisi i soldi stanziati

L’Ecobonus originario, introdotto con la Legge di Bilancio 2019, conta su 100 milioni. A questa misura accedono coloro che acquistano  autovetture comprese nelle fasce 0-20 g/km Co2 e 21-60 g/km Co2. Per le fasce prima indicate sono stati stanziati ulteriori 50 milioni.  Sono disponibili 250 milioni per acquistare autovetture di fascia superiore. Per la fascia 61-90 g/km sono disponibili 150 milioni mentre per la fascia 91-110 g/km 100 milioni. Le risorse indicate servono a finanziare fino al 31 dicembre 2020 il contributo per l’acquisto dei nuovi veicoli con o senza rottamazione.

Ecobonus: i benefici per gli acquirenti

Coloro che hanno intenzione di cambiare l’auto devono sapere gli importi dei contributi concessi in base alla fascia di emissione Co2. Fino a 0-20 g/km l’acquirente ha 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione. La soglia successiva di 21-60 g/km, lo sconto è di 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione.

La novità ulteriore è di uno sconto ulteriore. Alle fasce prima indicate c’è la possibilità di avere 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2020.

Cosa cambia per le nuove fasce

Come detto in apertura di articolo sono state inserite due nuove fasce di emissioni 61-90 g/km e 91-110 g/km. Il Governo logicamente ha ridefinito i contributi messi a disposizione. Per la fascia 61-90 g/km lo sconto è di 1.750 euro con rottamazione e 1.000 euro senza rottamazione. Per la soglia successiva 91-110 g/km c’è una riduzione di 1.500 euro con rottamazione e 750 euro senza rottamazione. Riparte la corsa per consumare i 400 milioni dell’Ecobonus.

Consigliati per te