Riduciamo la condensa e il rischio di umidità in casa con questo piccolo oggetto davvero portentoso 

In questo periodo dell’anno, trovare la condensa sui vetri o sugli infissi è un fatto assolutamente normale. Succede soprattutto quando la temperatura interna a un ambiente è più calda rispetto a quella esterna. Per questo, quindi, sul vetro si formeranno quelle tipiche goccioline di vapore acqueo, meglio note come “condensa”.

Quello che apparentemente può sembrare una sciocchezza, in realtà potrebbe generare un problema molto più grave. Dalla condensa, infatti, potrebbe crearsi la muffa.

Effetti pericolosissimi sulla salute

La proliferazione della muffa è pericolosa perché deteriora le finiture dell’immobile su cui cresce, ma non solo. La muffa, infatti, potrebbe generare conseguenze anche sulla salute. Gli effetti più immediati, infatti, sono irritazioni alla pelle e agli occhi, e danni soprattutto a chi soffre di asma o altri problemi respiratori. Fortunatamente, però, esiste uno strumento utilissimo che può aiutarci a risolvere il problema. Ecco di cosa si tratta.

Riduciamo la condensa e il rischio di umidità in casa con questo piccolo oggetto davvero portentoso

Il primo consiglio utile per ridurre l’umidità in casa è quello di areare adeguatamente gli ambienti. Teniamo aperte le finestre per più tempo possibile, soprattutto dopo aver fatto una doccia o un bel bagno caldo.

Ricordiamoci anche di eliminare l’acqua stagnante dalle superfici, perché potrebbe rovinare i materiali e generare la muffa.

Un’altra situazione che potrebbe creare umidità è stendere il bucato appena lavato in casa. Molti di noi lo fanno in inverno, soprattutto in mancanza di un’asciugatrice. Ricordiamoci, però, che stendere il bucato in casa fa male, ma ecco come risolvere il problema senza avere l’asciugatrice.

Quando la situazione si fa difficile, utilizziamo questo strumento

Oltre ai consigli sopra riportati, il suggerimento migliore è quello di munirsi di un deumidificatore. Come dice il nome stesso, questo elettrodomestico ci aiuterà a ridurre l’umidità presente in casa. Ormai molti condizionatori dispongono di questa funzione, davvero utilissima per l’inverno.

Altrimenti dovremo focalizzarci sui deumidificatori classici, che, oltretutto, sono comodissimi anche da trasportare da una stanza all’altra. Quindi, riduciamo la condensa e il rischio di umidità in casa con questo piccolo oggetto davvero portentoso.

Un altro strumento che ci dimentichiamo di utilizzare

Un altro suggerimento molto utile per risolvere questo problema è quello di utilizzare le cappe aspiranti. In inverno, infatti, cucinare equivale a produrre alla velocità della luce moltissimo vapore acqueo.

Questo andrà a depositarsi direttamente sulle finestre: basterà guardare i vetri di casa per accorgersene. Ecco perché è importante azionare le cappe aspiranti ogni qualvolta sarà necessario.

Trattamento antimuffa

Seguendo tutti questi consigli, dovremmo riuscire a ridurre l’umidità presente in casa. Infine, prima di imbiancare nuovamente le pareti di casa, chiediamo l’intervento di uno specialista per eseguire un trattamento antimuffa. Questo procedimento ci aiuterà a dimenticarci di questo problema davvero a lungo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te