Ricicliamo la cenere del camino per concimare i pomodori e gli ulivi del nostro orto ma stiamo attenti alle ortensie

Avere in casa un camino è una fortuna, gestirlo però è un lavoro vero e proprio. Il camino necessita di manutenzione, dobbiamo tenerlo pulito ogni giorno e dobbiamo occuparci di smaltire la cenere.

Di solito la cenere viene buttata via, invece rappresenta una risorsa importante soprattutto se siamo appassionati di coltivazioni o se abbiamo un orto.

Il pomodoro è l’ortaggio più diffuso

Chiunque coltivi un orto anche se di piccole dimensioni non può rinunciare ai pomodori. Sono nutrienti, saporiti e possono essere cucinati in svariati modi.

Possiamo utilizzare la cenere come fertilizzante perché è ricco di calcio e potassio e avere buonissimi pomodori. Le regole da seguire però sono ben chiare.

Ricicliamo la cenere del camino per concimare i pomodori e gli ulivi del nostro orto ma stiamo attenti alle ortensie perché la cenere è estremamente alcalina.

La cenere ha numerose proprietà nutrienti per il terreno ed è utile per tenere sotto controllo le fermentazioni dei microrganismi che sono acide. Ma è povero di azoto mentre il fosforo può rimanere nel terreno per un lasso di tempo troppo lungo. Inoltre il contatto tra la cenere e l’acqua produce liscivia.

Questo che cosa significa?

La quantità di cenere adoperata deve essere minima. Non dobbiamo utilizzare il nostro terreno come una fossa per lo smaltimento.

Inoltre l’utilizzo non deve essere costante ma intervallato e si deve preferire per terreni particolarmente acidi così da sfruttarne l’alcalinità.

Ma la cosa più importante di tutte e che l’utilizzo della cenere deve essere abbinato ad altri concimi organici come il letame. Essendo una sostanza poco volatile, può essere distribuita una certa quantità di cenere in anticipo rispetto alla concimazione che si farà con il compost. Questo è il giusto impiego.

Ricicliamo la cenere del camino per concimare i pomodori e gli ulivi del nostro orto ma stiamo attenti alle ortensie

In una coltivazione ecologica, il compost deve essere in gran parte formato dai residui della potatura che vengono frantumati. Gli scarti verdi devono tornare alla terra attraverso un riutilizzo che deve integrare la concimazione biologica. Gli ulivi necessitano di potassio e fosforo che prevengono le malattie delle piante. L’utilizzo della cenere è complementare al letame, alla pollina e allo stallatico, è ricco di minerali di cui gli uliveti hanno bisogno. Inoltre può essere spruzzato come antiparassitario. La qualità della legna da cui deriva la cenere deve essere alta. La legna non deve essere stata trattata prima di essere bruciata. Quindi la cenere derivante da legna verniciata deve essere scartata.

Stiamo attenti alle piante acidofile

Le piante come le ortensie, le camelie e le azalee sono delicate. Hanno bisogno di concimi a basso contenuto di fosforo e di un terreno acido. Facciamo attenzione all’impiego della cenere in giardino, facendo aumentare il pH del terreno potrebbe far morire le piante a cui teniamo di più.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te