Riciclare il caffè per creare una magnifica fragranza profumata per la casa

Il caffè non è solo una delle bevande più amate al mondo. Gli usi di questo prodotto sono infiniti e molto variegati. A crudo, in chicchi, oppure tostato, ma anche macinato e dopo essere stato utilizzato. Il caffè è un ottimo fertilizzante, esfoliante per la pelle, ma anche un profumatore per ambienti. Infatti con veramente poco si può riciclare il caffè per creare una magnifica fragranza profumata per la casa. Gli amanti del caffè gioiranno di queste due idee creative.

Sacchetti di stoffa

Una modalità semplice di utilizzare la fragranza del caffè per profumare la casa sono fare dei sacchettini. Con della stoffa avanzata, si ritaglia e si ripiega in modo da ottenere un sacchetto. Una volta fatto ciò si cuciono i lati affinché possano contenere i chicchi di caffè.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Questi possono essere acquistati nella torrefazione di fiducia e ne basta una manciata.

Una volta inseriti nel sacchettino basta chiuderlo con un nastro. Posizionato in bagno, sul comodino o all’interno di armadi e cassetti. I chicchi emaneranno un delicato aroma non troppo forte. Infatti i chicchi non ancora macinati non hanno la stessa intensità del prodotto macinato. Quindi se si vuole ottenere un profumo più intenso allora la seconda idea fa al caso nostro.

Riciclare il caffè per creare una magnifica fragranza profumata per la casa

La creazione di candele riciclate fai da te è un ottimo hobby. Riutilizzare la cera rimasta di vecchie candele è infatti un’operazione che consta di pochi passaggi. Basta ricavare un pentolino e un bastoncino di legno che poi andranno usati solo per la cera. Inoltre bisogna trovare dei barattoli o piccoli contenitori che facciano da stampo per le candele.

Saranno necessari anche degli stoppini specifici.

Per fare le candele profumate al caffè servono:

  • caffè macinato in polvere;
  • cera avanzata da vecchie candele o candele da sciogliere;
  • piccoli contenitori di vetro o alluminio;
  • stoppini per candele.

La cera deve essere sciolta a bagno maria. Quando è del tutto liquida arriva il momento di unirvi il caffè in polvere (si possono usare in alternativa anche i chicchi). Prendere il futuro contenitore e inserire lo stoppino tenendolo dritto. Versare la cera ancora liquida e lasciare solidificare. Dopo qualche ora la candela è pronta per l’uso. Man mano che la candela brucia la stanza acquisterà un meraviglioso profumo.

Consigliati per te