Questo paesino a picco sul mare fu caro a D’Annunzio e ha acque limpide e spiagge bianche come ai Caraibi 

L’Italia è un vero e proprio “paese delle meraviglie” e noi, come l’Alice di Lewis Carroll, non dobbiamo far altro che perderci in mezzo alle sue bellezze e rarità. In tutto lo stivale, isole incluse, troveremo località pronte a esaudire i nostri desideri.

Per esempio, se avessimo voglia di montagna e natura potremmo volare nel cuore degli Appennini. Al contrario, potremmo goderci una perfetta vacanza di mare spostandoci sul litorale laziale, disseminato di spiagge stile Maldive. Per trasformare in realtà lo stesso desiderio, poi, potremmo valutare anche la meta che scopriremo in questo articolo.

Questo paesino a picco sul mare fu caro a D’Annunzio e ha acque limpide e spiagge bianche come ai Caraibi

Arrampicato su una lingua rocciosa, San Vito Chietino si affaccia sul mare Adriatico e dall’alto domina la famosa Costa dei Trabocchi. Il paesaggio che lo circonda è mozzafiato, uno scenario dove mare e cielo si fondono e si separano solo per lasciar posto alla Maiella e al Gran Sasso.

Per essere più precisi, geograficamente ci troviamo in provincia di Chieti, città situata in Abruzzo. Questa regione fu molto cara a Gabriele D’Annunzio e proprio San Vito Chietino lo ospitò per mesi nel lontano 1889. Questo paesino a picco sul mare conquistò talmente tanto lo scrittore e poeta da ambientarci un suo famosissimo romanzo, Il Trionfo della morte.

Sulle orme di D’Annunzio

L’esplorazione di San Vito Chietino, ribattezzato “paese delle ginestre” dal vate, può iniziare proprio dalla riscoperta dei luoghi dove visse e che ispirano D’Annunzio.

L’Eremo delle Portelle è un antico casolare che sorge sul promontorio di Capo Turchino e che lo ospitò durante tutto il suo soggiorno. Inoltre, ritorna spesso nel romanzo, così come il Trabocco del Turchino, che sarebbe una sorta di palafitta in mezzo al mare utilizzata per pescare.

Infine, una tappa imperdibile ma non sempre aperta ai turisti sarebbe Villa Italia, una villa liberty immersa nel verde che s’ispirerebbe allo stile dannunziano.

Altre cose da vedere

Al di là di questo percorso segnato dalla presenza di D’Annunzio nel territorio, nel centro storico di San Vito Chietino dovremmo visitare anche:

  • la Chiesa di San Francesco da Paola;
  • la Chiesa dell’Immacolata Concezione e San Vito martire;
  • palazzo Tosi;
  • palazzo D’Onofrio;
  • il Belvedere Marconi.

Infine, ma non per importanza, la zona costiera di San Vito Chietino sarebbe una vera perla dell’Adriatico. Le sue spiagge bianche, di sabbia o sassolini, incontrano un mare limpidissimo e di tutte le sfumature dell’azzurro. In questo luogo, quindi, si possono sognare i Caraibi ad occhi aperti, respirando l’aria accogliente di un paesino italiano pieno di meraviglie.

Lettura consigliata 

Abbracciata da colline e fiumi questa cittadina barocca è uno scrigno d’arte da visitare in mezza giornata e ricordare per sempre

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te