Questo è il livello sotto il quale una chiusura settimanale di CIR potrebbe fare accelerare il titolo al ribasso

La crisi del settore automotive degli ultimi anni è cosa nota e ha fortemente impattato su tutte le aziende. CIR SpA – Compagnie Industriali Riunite, già Cofide Gruppo de Benedetti SpA, è una holding italiana attiva principalmente nel settore sanitario e nella produzione di componenti automobilistici. Per quest’ultimo aspetto, quindi, ha risentito della crisi del settore, anche se in maniera ridotta.

Solo così si spiega il secondo posto nella classifica dei migliori del settore di riferimento alle spalle di una big come Brembo.

Allo stato attuale l’impostazione grafica di CIR è molto in bilico. Le quotazioni, infatti, sono appoggiate sopra il supporto in area 0,4 euro. Questo è il livello sotto il quale una chiusura settimanale di CIR potrebbe fare accelerare il titolo al ribasso. In questo caso, infatti, le quotazioni potrebbero dirigersi verso l’obiettivo più probabile in area 0,287 euro. A seguire, poi, l’obiettivo successivo potrebbe andare a collocarsi in area 0,104 euro.

I rialzisti potrebbero riprendere il controllo della tendenza in corso, nel caso di una chiusura settimanale superiore a 0,43 euro.

La valutazione del titolo CIR

Qualunque sia l’indicatore utilizzato, la valutazione basata sui multipli di mercato esprime un titolo sottovalutato di circa almeno il 20%. Anche a livello europeo, se si confronta con i suoi competitors, il titolo risulta essere sottovalutato di oltre il 20%.

Anche per il futuro le prospettive sono buone. Andiamo a considerare il Fair PS, un indicatore riportato sulle riviste specializzate che tiene conto delle prospettive di crescita del titolo, dell’andamento medio del settore di riferimento e del rischio correlato. In questo caso, la sottovalutazione di CIR risulta essere di circa il 30%.
Un aspetto molto interessante di CIR, infatti, è quello legato alle prospettive di crescita degli utili, che sono attesi crescere mediamente di circa il 15% all’anno per i prossimi 3 anni.

Secondo gli analisti il giudizio medio è comprare con un prezzo obiettivo, che esprime una sottovalutazione di poco inferiore al 40%.

Questo è il livello sotto il quale una chiusura settimanale di CIR potrebbe fare accelerare il titolo al ribasso: le aspettative future secondo l’analisi grafica?

Il titolo CIR (MILCIR) ha chiuso la seduta del 4 luglio invariato rispetto alla seduta precedente a quota 0,405 euro.

Time frame settimanale

cir

 

Lettura consigliata

L’inflazione terrorizza i risparmiatori e affossa i BTP ma ecco cosa aspettarsi dalla quotazione di questa obbligazione dall’incredibile rendimento netto 

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te