Questo contorno invernale potrebbe aiutarci a controllare il colesterolo, mantenere pulite le arterie e proteggerebbe anche il cervello

Per tenere a bada il colesterolo e mantenere in salute il cuore e le arterie, è molto importante adottare alcune strategie di prevenzione.
Fra queste rientra sicuramente l’alimentazione che gioca un ruolo fondamentale per il nostro sistema cardiovascolare.
In altri articoli abbiamo già visto che esistono alimenti davvero nutrienti, come questa carne magrissima povera di colesterolo.
Oggi invece parleremo di una verdura invernale molto comune sulle nostre tavole ma di cui spesso non si conoscono bene le proprietà benefiche.

Questo contorno invernale potrebbe aiutarci a controllare il colesterolo, mantenere pulite le arterie e proteggerebbe anche il cervello

Fra i contorni di verdure tipici della stagione invernale, perfetti per accompagnare secondi di carne e pesce, troviamo gli spinaci.
Come riporta uno studio sul tema, gli spinaci sono composti per il 91% di acqua e contengono pochissime calorie (appena 25 ogni 100 grammi). Inoltre, sono un’ottima fonte di sali minerali, vitamine e grassi cosiddetti “buoni”.

Per quanto riguarda i sali minerali, negli spinaci possiamo trovare:

  • potassio, che protegge la salute cardiovascolare;
  • zinco, che stimolerebbe la crescita e lo sviluppo;
  • ferro e rame, che favorirebbero la produzione di globuli rossi.

Oltre a questi elementi, ci sarebbe anche il magnesio che, insieme ai carotenoidi ed alle vitamine A e C, eserciterebbero un’azione antiossidante.
Le vitamine A proteggerebbero anche la pelle, la vista e le mucose; mentre la vitamina C aiuta a potenziare le difese immunitarie.
Tra le vitamine troviamo anche quella K e quelle del gruppo B. La vitamina K è importante poiché aiuta a proteggere lo scheletro (insieme al calcio) ed il cervello. Le vitamine del gruppo B, invece, favorirebbero un buon metabolismo.

Infine, gli spinaci sono anche una miniera di grassi omega 3 e di fibre. I primi sarebbero fondamentali per la salute del cuore e delle arterie; mentre le seconde favorirebbero la regolarità intestinale controllando l’assorbimento di zuccheri e colesterolo.

Controindicazioni

Quindi, abbiamo visto che questo contorno invernale potrebbe aiutarci a controllare il colesterolo, mantenere pulite le arterie e proteggerebbe anche il cervello.
Tuttavia, anche gli spinaci hanno delle controindicazioni. Infatti, essi contengono anche acido ossalico, una molecola che favorirebbe la produzione di calcoli. Inoltre, potrebbero contenere anche goitrogeni, potenzialmente pericolosi per la tiroide.
Per quanto riguarda l’interazione con i farmaci, pare che possano interferire con gli anticoagulanti, proprio come potrebbe accadere con l’uvetta contenuta nei panettoni.
In ogni caso, è importante chiedere il parere di un medico, per valutare l’interazione anche con alcuni diuretici.

Un contorno spaziale e altre ricette

Gli spinaci, oltre ad essere perfetti da piantare anche a dicembre, sono estremamente versatili in cucina e semplici da pulire e cuocere. Si possono ad esempio lessare in pentola, o in padella, e gustare come contorno, aggiungendo un filo di olio e un pizzico di sale. Inoltre, possiamo cuocerli nel riso insieme allo speck; oppure farli diventare il ripieno di sfiziosi ravioli, o cannelloni, o torte salate. Buonissimo è anche il pesto di spinaci, con cui possiamo condire la pasta o riempirci l’arrosto, o il polpettone. Insomma, basterà dare sfogo alla fantasia per valorizzare quest’ottima verdura buona e salutare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te